Volontariato e turismo i temi del convegno CAPIT e CSV a Campobasso

18

convegno capit molise

Buona partecipazione al convegno dell’hotel Rinascimento di Campobasso e alle visite guidate CRAL e tour operator riscoprono il Molise

CAMPOBASSO – Le bellezze del Molise risplendono d’autunno e vengono messe in mostra dagli appassionati di turismo dell’associazione CAPIT. Nel corso del weekend del 23 e del 24 ottobre scorsi i vertici e gli operatori del Centro associativo promozione in turismo unitamente al CSV Molise hanno promosso una due giorni dedicata alla scoperta del territorio ospitando presidenti di CRAL e tour operator giunti da diverse zone d’Italia: Roma, Napoli e Bari tra le altre.

La manifestazione ha preso il via con il convegno svoltosi a Campobasso, nella sala dell’hotel Rinascimento, su volontariato e turismo.

A moderare i lavori Mario Rosario D’Apice, responsabile progettazione di CAPIT Molise e consigliere del CSV Molise, mentre in qualità di relatori erano presenti Roberto Passarella, presidente di CAPIT e Domenico Calleo, presidente di Confcooperative Molise.

L’evento ha registrato anche i consensi delle istituzioni, presenti con gli assessori comunali di Campobasso Pina Panichella e Simone Cretella, col consigliere Nicola Simonetti, che ha portato i saluti della vicesindaca Paola Felice, fautrice della nuova guida del capoluogo, e col consigliere Corradino Guacci, che ha dettagliatamente parlato di monte Vairano, della sua storia e della sua bellezza selvaggia. L’opuscolo peraltro è stato generosamente distribuito ai presenti.

Sono poi intervenuti Alessandro Amoroso, sindaco di Petrella Tifernina e vicepresidente della Provincia di Campobasso, e Riccardo Di Chiro, neo eletto sindaco di Baranello. Al termine dei lavori gli ospiti si sono spostati in alcuni luoghi caratteristici della città di Campobasso come Fontanavecchia e il Museo dei Misteri, insieme all’archeologa Patrizia Curci.

Il giorno successivo i presidenti di CRAL e i tour operator sono stati accompagnati nell’area archeologica di Sepino-Altilia e al Santuario dell’Addolorata di Castelpetroso e, successivamente, sono stati ospitati dall’associazione delle Guardie Ambientali a Bosco Faiete, per una degustazione di piatti e prodotti tipici molisani.

«Possiamo ritenerci soddisfatti per la partecipazione sia degli ospiti venuti da fuori Regione sia per la condivisione registrata dai Comuni – il commento di D’Apice -. Abbiamo voluto approfondire il tema del connubio tra volontariato e turismo, in quanto riteniamo che dalle attività solidali possano nascere delle grandi opportunità per i nostri giovani».