XC Cross Country “Carovilli cost to cost”: esito della gara

18

XC Cross Country "Carovilli cost to cost"CAROVILLI – Si è svolta il 12 Agosto la prima e bellissima edizione della XC Cross Country “Carovilli cost to cost” in uno scenario, quello dell’Alto Molise, sempre suggestivo e interessante dal punto di vista naturalistico e paesaggistico.

La gara, nata quasi all’improvviso dall’idea di un gruppo di ciclisti di Carovilli, appartenenti alla neonata società Carovilli Bike, ha visto protagonisti il meglio degli atleti della provincia di Isernia e regioni limitrofe (Abruzzo, Lazio, Campania, Puglia). Atleti del calibro di Luigi Ferritto, dell’ASD Team Giannini (campione italiano Marathon nella categoria Master 2), Carmine Del Riccio della Sunshine Race (pluricampione delle Forze Armate ed Interforze, campione italiano di Ciclocross nella categoria Master Sport), Vincenzo Della Rocca dell’ASD Team Over the Top Bike, Antonio De Lucia del MNG Bike, Davide Caroselli della Sessan Bike sport e natura, Andrea Di Florio dell’ASD Aesernia Bikers e tanti altri, hanno dato vita ad una agguerrita battaglia che ha visto vincitore l’atleta di Piedimonte Matese Luigi Ferritto con l’incredibile tempo di 1h 06′.

Queste alcune delle impressioni dei primi due assoluti a fine gara: “sono soddisfatto perché il livello è alto e ci sono buoni atleti. La salita è stata dura da spingere come piace a me e la discesa tecnica. E’ stato un buonissimo allenamento in una gara di altissimo livello, come i palcoscenici più importanti. L’obiettivo è il tricolore e ci riprovo quest’anno, non voglio avere rimorsi, la condizione è buona, ce la metterò tutta, poi come va va… (Ferritto); è sempre un piacere tornare a Carovilli da Bolzano. Volevo fare i complimenti a Stefano e all’organizzazione per il circuito. I circuiti duri ci sono anche al centro-sud Italia. Il punto in contropendenza che scendeva dopo la salita era bello impegnativo, tutto sdrucciolevole con quelle lastre dove si scivolava abbastanza e bisognava stare leggeri. E’ un circuito completo, salita, discesa tecnica da spingere, questi appuntamenti qui aiutano molto per arrivare al ritmo giusto (Del Riccio)”.

Bella anche la gara Esordienti e Allievi che ha visto primeggiare Simone Livrieri (ASD Moreno Di Biase) e Umberto Costantini (ASD Moreno Di Biase).

Queste le parole del Presidente dell’ASD Carovilli Bike al microfono del giornalista Vincenzo Ciccone: “volevamo creare una gara di cross country come ripartenza dello sport post covid in uno scenario, il nostro, bello e incontaminato, e grazie alla regia sapiente, esperta e determinante del Presidente della FCI Abruzzo, Mauro Marrone, presente con piacere alla gara, del Coordinatore tecnico provinciale del CONI, nonché delegato provinciale della FCI, Vincenzo Rea, del Geometra Fabrizio Di Lorenzo e di Raffaele di Giacomo, rispettivamente cassiere e vicepresidente della ASD Carovilli Bike, ci siamo riusciti in tempi brevissimi. In poche settimane la macchina organizzativa è partita e non si è fermata più. La gara è stata pubblicizzata solo una decina di giorni prima è ha visto iscriversi una sessantina di atleti, praticamente un successone. Ricordo Vincenzo Rea che mi diceva “siamo in ritardo! Queste gare si pianificano un anno prima, ma ce la dobbiamo fare, soprattutto per quello che significa per il movimento ciclistico molisano”. E così è stato.

Ringrazio anche il Comune di Carovilli che ci è stato sempre vicino e la Proloco Monte Ferrante del Presidente Andrea Cinocca, i Carabinieri, il Dott. Alfredo De Renzis, la guardia municipale, i ragazzi lungo il percorso, Marco e Simone, Bruno Conti, Eugenio e Andrea Falasca, Vincenzo Ciccone, Carlo de Lisi, un tifoso anonimo che ci ha offerto numerosi premi per i vincitori, la Società Operaia, il servizio Ambulanza, Matò Street Food Roma, la Provincia di Isernia, Gaetano Policella, Michele “Pinzetta” Sferra e tutti gli amici e i negozi di Carovilli che ci hanno supportato. Il percorso era tecnico e duro ma fattibile.

Ho visto un ragazzino di 12 anni Alessandro Rea, nei giorni precedenti la gara, fare dei giri completi con ottimi tempi, e questo mi ha fatto enormemente piacere. Abbiamo creato anche una chicken line per quelli più anziani o meno esperti, che si sono avvicinati da poco al mondo delle due ruote per creare i migliori presupposti di sicurezza. Ringrazio Stefano Conti, l’ideatore del percorso, esperto atleta di Carovilli, e voglio fare i complimenti ad Antonio Falasca dell’ASD Carovilli Bike, che si è piazzato undicesimo nella sua prima gara da tesserato, battendo tutti i più forti nei tratti di discesa con tempi pazzeschi. Sicuramente dimentico qualcuno e me ne scuso anticipatamente.

Dopo la gara hanno fatto enormemente piacere i numerosi messaggi, privati e non, da parte degli atleti che hanno partecipato. Facendo tesoro dell’esperienza di quest’anno, e cercando di eliminare gli errori che abbiamo sicuramente fatto, diamo appuntamento all’anno prossimo, sperando di divertirci come quest’anno e di portare ancora più atleti a Carovilli sulle nostre montagne.