XII edizione della festa “Olio…e non solo”: bilancio e premiati

73

pro loco planisina

SANT’ELIA A PIANISI – Sant’Elia a Pianisi, grazie alla sua Proloco, indefessa nel proporre manifestazioni, incontri e tanto altro, fa ancora centro e porta al successo l’ormai tradizionale festa “Olio …. e non solo”, che ha visto la partecipazione di ben 21 aziende olivicola del territorio fortorino.

Una manifestazione nata con l’intento di valorizzare l’olio extravergine e le sue eccelse qualità organolettiche, approfondendo anche le modalità di produzione con metodi tradizionali o più innovativi. Tra gli alimenti più salutari della dieta mediterranea, l’olio extravergine, già dall’antichità, era conosciuto come fonte di benefici. Omero lo definiva, soprattutto per questo, “liquido d’oro”.

Tra i campioni analizzati dal Panel dell’ARSARP, sotto la guida esperta del dottor Maurizio Corbo, che anche quest’anno ha garantito la sua disponibilità e collaborazione, il primo classificato appartiene al produttore di Riccia Testa Mario; il secondo classificato a D’Addario Giovanni di Sant’Elia a Pianisi; il terzo a Di Maso Faustino. Il concorso per le scuole, chiaramente a tema ha visto elargire meritati premi:

Premi per il VII Concorso della Scuola – Istituto Omnicomprensivo di Riccia- Sant’Elia:

  • Primo classificato per la Scuola dell’infanzia la scuola di Macchia Valfortore;
  • Primo classificato per la Scuola Primaria alla 4^ di Sant’Elia a Pianisi;
  • Primo classificato per la Scuola Secondaria a Giuseppe Di Geronimo;
  • Primo classificato l’Istituto Professionale Agricoltura e Ambiente di Riccia.
  • Il premio per il concorso culinario è andato a Mariantonietta D’Addario di Sant’Elia a Pianisi.

Una rassegna che ha festeggiato il dodicesimo compleanno e che è cresciuta a dismisura portandosi nelle prime posizioni delle manifestazioni regionali che hanno come tema il buon olio molisano. Per ulteriormente arricchire la manifestazione, quest’anno la Proloco planisina ha invitato alla partecipazione lo Chef Nicola Vizzarri che, con lo show cooking, ha catturato l’attenzione della platea, offrendo un’esperienza unica con la sua superlativa performance culinaria.

Il piatto dallo chef preparato “sgombro in olio cottura adornato da un letto di verdurine di campo e maionese da olio cottura” ha concesso una gustosa sensazione ai palati e una visione di colore dettata dalla composizione del piatto.
Il dottor Corbo ha doviziosamente, come sempre, dettagliato la relazione sulle analisi dei 21 campioni e fornito approfondimenti e spiegazioni in merito alla produzione locale. La conduzione della manifestazione, come accade da sempre, è stata affidata a Maurizio Varriano coadiuvato magistralmente dal referente della Proloco, Salvatore Cappabianca, mostratosi pronto al passaggio di testimone nello scandire le diverse fasi della festa dell’olio.

Passaggi aforistici, leziosi e sempre appropriati, coinvolgimento, passione e felicità per i premiati e non, hanno portato alla chiusura della serata che è stata onorata della degustazione degli ottimi ceci, conditi con olio evo, offerti dall’azienda Falcone e preparati dalla cuoca della Proloco, Maria Colavita. Come sempre molti gli attori e gli sponsor che regalano ai Sant’Eliani e non solo, una consapevole condizione aggregativa e di formazione. Presenti le istituzioni scolastiche e l’amministrazione comunale con a capo il sindaco Faiella Biagio.