Agnone, Teatro Italo Argentino: il programma 2018-2019

stagione italo argentino 2018 - 2019

Presutti: “l’apertura della stagione di Agnone arriva in un momento ben preciso, in un percorso attivo ed evidenzia l’interesse per la cultura e per il territorio

AGNONE – Una stagione ricca di eventi e personaggi famosi. È la nuova stagione del teatro Italo Argentino di Agnone, presentata venerdì pomeriggio. Il sindaco Lorenzo Marcovecchio ha sottolineato la sensibilità in campo culturale della città di Agnone, l’impegno di tutti affinché ci sia continuità e interesse per il territorio.

Il Presidente dell’Associazione “Amici del teatro Italo Argentino” Enzo Di Pasquo ha ringraziato la Fondazione per l’impegno sul territorio che, nonostante le difficoltà, viene realizzato.

“Siamo molto orgogliosi – ha spiegato la Presidente Antonella Presutti – che l’apertura della stagione di Agnone arriva in un momento ben preciso, in un percorso attivo ed evidenzia l’interesse per la cultura e per il territorio, dopo l’apertura delle stagioni di Isernia e Campobasso e dopo l’inaugurazione della mostra di Amedeo Trivisonno al palazzo Gil”.

IL PROGRAMMA

La stagione si apre il 3 dicembre con “Qualcosa“, uno straordinario successo letterario di pubblico e di critica che ora è anche reading teatrale, lo spettacolo fuori abbonamento di Chiara Gamberale, Emanuele Trevi, Marcello Spinetta e la partecipazione speciale in voce di Luciana Littizzetto, regia di Roberto Piana; il 19 dicembre “Le dive dello Swing“, ambientato nella splendida Torino di metà anni Trenta, di Teresa Federico, Valentina Ruggeri, Francesca Nerozzi, Giorgio Serafini Prosperi e Massimiliano Vado con composizione e musiche dal vivo Roberto Gori, regia Massimiliano Vado; il 18 gennaio “La leggenda del pescatore che non sapeva nuotare” con musiche dal vivo nato un po’ per gioco e un po’ per amore dalle interviste fatte a persone anziane del centro – sud Italia, appartenenti alla generazione della prima metà del Novecento con Eleonora De Luca, Teo Guarini, Agnese Fallongo e Domenico Macrì; il 12 febbraio “Stavamo meglio quando stavamo peggio?“, il racconto ironico di usanze, modi di parlare, mai volgari con Stefano Masciarelli, Fabrizio Coniglio, Francesco Digilio; il 17 aprile “Squalificati“, un gioco raffinato, una partita a scacchi esclusivamente tra re, cavaliere e torre avversaria con Stefania Rocca, Andrea De Goyzueta, Fabrizio Vona; 3 maggio “Regalo di Natale” con Gigio Alberti, Filippo Dini, Giovanni Esposito, Valerio Santoro, Gennaro Di Biase, di Pupi Avati, regia di Marcello Cotugno.

BIGLIETTI E INFORMAZIONI

La biglietteria è presso il teatro Italo Argentino, in corso Vittorio Emanuele 69, cellulari: 3343003283, 3284088365, 3939317182 e c’è anche la possibilità di acquistare on line cliccando su www.liveticket.it.