Al via ‘Jazz in Campo, Jazz in Galdo’

CAMPOBASSO – Sette serate, tre location, dieci concerti, più di 60 artisti sul palco, una mostra fotografica che racconterà la storia del festival, un’area dedicata alla gastronomia. È la 15a edizione di ‘Jazz in Campo, ‘Jazz in Galdo’ che si articolerà dal 6 al 20 luglio a Campodipietra (Campobasso) e San Giovanni in Galdo (Campobasso) con una novità: l’esibizione di gruppi musicali lungo il Tratturo Lucera-Castel di Sangro.

Una manifestazione di respiro internazionale che vedrà tra i vari appuntamenti il concerto dei ‘Ghost Note’, unica data in Italia, in programma il 7 luglio alle 22 a Campodipietra.

Si chiude il 20 luglio a Campodipietra con Filippo Graziani (foto), figlio del compianto Ivan, che canterà brani di suo padre. Il 6 luglio verrà anche presentato da Carlo Power, documentarista e antropologo, un documentario che sintetizza il progetto e farà da volano ad una produzione più ampia pronta a fine anno sulle peculiarità del Tratturo.