Blanca Quiñonez nel roster della Magnolia Campobasso 2020/2021

15

blanquita

Già nel mirino degli scout della Wnba, la quattordicenne ala è uno dei prospetti più futuribili a livello mondiale: «Dentro c’è un po’ di tensione, ma sono molto felice di essere in questo roster»

CAMPOBASSO – Ad inizio mese (il 3 agosto) ha festeggiato i quattordici anni, ora può celebrare il salto in prima squadra. Blanca (per tutti nell’entourage rossoblù Blanquita) Quiñonez, l’ala piccola ecuadoriana dei #fioridacciaio, aveva fatto intravedere – nell’ultima stagione – doti tecniche ed atletiche di levatura superiore con le formazioni giovanili della Cestistica Campobasso anche dall’alto dei suoi 182 centimetri. Ed ora, per la sudamericana che già si allenava con costanza con la prima squadra, si sono aperte le porte della serie A1 finendo così nel roster a disposizione di coach Mimmo Sabatelli, parte integrante del progetto La Molisana Magnolia Basket Campobasso.

EMOCIÓN Y ORGULLO – Una chiamata nel massimo torneo tricolore vissuta con grande senso di responsabilità dal #fioredacciaio di sangre latino, ormai in Molise da una decina di giorni per completare il percorso di quarantena e farsi trovare con un animo del tutto proiettato alla nuova avventura per l’inizio della preparazione.

«Inutile nasconderlo – argomenta – sono un po’ tesa e al tempo stesso emozionata per quest’opportunità, ma è altrettanto vero che dentro sono felicissima perché ho la possibilità di giocare con elementi di autentica rilevanza nel panorama nazionale ed internazionale».

PLANTILLA DE HONOR – In particolare, per Quiñonez, l’aspetto più particolare sarà quello del potersi confrontare da vicino con le senior del gruppo rossoblù.

«Poter condividere le singole giornate e contemporaneamente apprendere i piccoli grandi trucchi del mestiere da giocatrici che hanno alle spalle un percorso di assoluto spessore nella disciplina è un modo per crescere e migliorare non solo il mio bagaglio tecnico, ma anche quello umano».

AFICIONADOS SENSACIONALES – Negli occhi della giovanissima ecuadoriana, peraltro, ci sono ancora le immagini di un’ultima stagione esaltante per i colori campobassani, rese ancor più vive dalla presenza coreografica dei supporter dei #fioridacciaio.

«Il sostegno dei tifosi molisani è un qualcosa di unico – riconosce – e rappresenta una parte integrante della nostra family, non solo un valore aggiunto».

SUEÑO AMERICANO – Il 2020 di Quiñonez ha portato con sé anche una prima convocazione ad un campus di monitoraggio dei talenti negli Stati Uniti. Un collegiale, curato dall’organizzazione della Nba e della Wnba, che ha visto l’ala piccola ecuadoriana sotto i riflettori con i fari puntati sulla sudamericana da parte di molte franchigie a stelle e strisce.

«La Wnba – conferma la diretta interessata – rappresenta una delle mete della mia carriera, ma, per il momento, tutti i miei pensieri sono concentrati su Magnolia».

METAS CLARAS – E così gli obiettivi che dovranno fare da corollario al percorso stagionale della giocatrice rossoblù sono già incasellati nei desiderata per la stagione che verrà.

«Al di là della crescita individuale, l’intento è quello di fare un bel campionato con le mie compagne, riuscire ad essere di supporto al gruppo e dare il meglio di me stessa in ogni circostanza».