Blitz nella centrale dello spaccio a Oratino, due arresti

74

polizia stradaleCAMPOBASSO – Da un’auto senza assicurazione un’indagine che ha portato gli agenti della Squadra Mobile e della Volante di Campobasso ad arrestare due uomini, uno di Foggia con precedenti e un molisano incensurato, ex guardia giurata.

Sabato scorso il blitz in una villetta vicino Oratino trasformata in una centrale dello spaccio. Qui gli agenti hanno trovato circa 300 grammi di cocaina in dosi, 35mila euro in contanti e appunti con i nomi di spacciatori. Secondo Raffaele Iasi, capo della Mobile, il pregiudicato pugliese al momento dell’irruzione è riuscito a disfarsi di un consistente quantitativo di droga gettandola nel water.

Le dosi sono state poi recuperate nella fossa biologica. L’ex vigilantes, trovato con 70 grammi di cocaina, aveva affittato una villetta poco distante dove sono stati trovati una pistola calibro 9×21, due fucili, tutte armi detenute regolarmente anche se risultavano custodite in una casa di Termoli, proiettili, coltelli, piccole quantità di marijuana.

I due, per comunicare, utilizzavano walkie talkie. L’operazione ‘Avamposto’ ha consentito di bloccare sul nascere un’attività illecita che secondo gli investigatori stava fruttando ingenti guadagni ed era ben radicata sul territorio.

Una zona evidentemente ambita dalla malavita foggiana. I poliziotti in pochi giorni sono riusciti a ricomporre il mosaico. L’ex vigilantes, disoccupato, aveva un tenore di vita abbastanza alto rispetto al suo status. Era conosciuto alle forze dell’ordine, ma nulla faceva pensare che svolgesse questa attività. Il pregiudicato pugliese, invece, era agli arresti domiciliari a Foggia da dove aveva fatto perdere le tracce.