Campobasso, Puliamo il mondo 2020: torna l’iniziativa di Legambiente

18

puliamo il mondo 2020

Cretella: “Il 26 settembre si interverrà per rimuovere un accumulo di rifiuti ingombranti stratificato negli anni proprio al di sopra di uno dei luoghi più caratteristici del borgo”

CAMPOBASSO – Anche il Comune di Campobasso aderisce a ‘Puliamo il mondo’, la storica iniziativa di volontariato promossa in Italia da Legambiente nell’ambito delle iniziative ‘Clean up the world’, il più grande appuntamento internazionale di volontariato ambientale che coinvolge ogni anno oltre 35 milioni di persone in circa 120 Paesi.

Quest’anno, l’edizione 2020 di Puliamo il Mondo, sarà in qualche modo un’edizione “speciale” sotto vari aspetti, sia organizzativi sia operativi, e si inserirà in un periodo delicato per il Paese, che ha visto cambiare abitudini, modo di vivere, di lavorare, di spostarsi, ma non la voglia di far del bene e di impegnarsi in prima persona per la comunità e l’ambiente.

L’iniziativa nella nostra città si svolgerà sabato pomeriggio, dalle 15.30 alle 18.30, e sarà l’occasione per bonificare una situazione di grave degrado che insiste da anni sulla collina Monforte, ai margini del centro storico.

“In particolare, – ha dichiarato l’assessore Cretella – si interverrà per rimuovere un accumulo di rifiuti ingombranti stratificato negli anni proprio al di sopra di uno dei luoghi più caratteristici del borgo: la zona della casa di ‘Delicata Civerra’ e, più precisamente, il tratto iniziale della pineta che da vico Portafreddo sale verso la chiesa di San Giorgio. Una zona abbastanza impervia, purtroppo utilizzata impropriamente da molti come deposito abusivo di rifiuti di ogni tipo.”

Per l’occasione, la SEA fornirà il supporto logistico con alcuni mezzi che faranno la spola con l’isola ecologica per lo scarico dei materiali che saranno rinvenuti e recuperati.

All’iniziativa, oltre il locale Circolo di Legambiente “E.Cirese”, hanno aderito le associazioni ‘Primo marzo Molise’ ‘Dalla parte degli ultimi’, ‘Cittadinanzattiva’, l’’Associazione Centro Storico’ e l’’associazione di vigilanza ambientale AEOP’ (Associazione Europea operatori di Polizia).

L’invito è, naturalmente, esteso a tutti i cittadini armati di buona volontà che volessero dare il proprio contributo per la riqualificazione di un importante angolo di città; Legambiente ricorda che azioni di cittadinanza attiva, come quella di Puliamo il Mondo, possano aiutare la Penisola anche al ritorno alla normalità, rafforzando al tempo stesso il senso di comunità e socialità.

Con “Puliamo il Mondo” Legambiente mira anche all’abbattimento dei pregiudizi e delle tante discriminazioni sociali da cui ripulire città e territori. Un impegno all’insegna dell’ecologia umana, per l’inclusione sociale e la rimozione delle barriere culturali, contro le paure che ci impediscono di costruire relazioni di comunità.

Nell’ambito di ”Puliamo il mondo” verrà replicata anche l’indagine “Park Litter”, il monitoraggio di ‘citizen science’ sulla quantità e tipologia dei rifiuti rinvenuti nell’ambiente, per offrire una stima dell’entità del fenomeno.

Per l’organizzazione di “Puliamo il mondo” e le varie attività di pulizia, saranno rispettate tutte le misure di sicurezza e di distanziamento che verranno indicate sul posto dagli organizzatori. L’appuntamento è fissato per tutti alle ore 15.30 in via Pennino, nei pressi del vico Portafreddo; ai volontari saranno distribuiti guanti da lavoro e materiale informativo.