Covid: Lombardi torna a chiedere “massima attenzione, collaborazione e responsabilità”

63

ROCCAMANDOLFI – “Cari cittadini, da un anno ormai la nostra vita è cambiata causa questa lunga ed estenuante guerra che stiamo combattendo nei confronti del Covid-19. Oggi più che mai vi chiedo massima attenzione, collaborazione e responsabilità. Lo chiedo soprattutto ai giovani che sicuramente soffrono più di altri questo lungo periodo di restrizioni che hanno cambiato le nostre abitudini, la nostra normalità, limitando di fatto anche la nostra libertà personale”. Così il sindaco di Roccamandolfi, Giacomo Lombardi, in una lettera aperta pubblicata sui social.

“Siamo tutti stanchi e psicologicamente provati, ma atteggiamenti superficiali potrebbero mettere a repentaglio la nostra salute, quella dei nostri famigliari e della nostra comunità. Ricordiamoci sempre che non c’è decreto o ordinanza che possa sostituirsi al buonsenso e all’intelligenza umana”, aggiunge.

E conclude: “Probabilmente in Molise stiamo vivendo la settimana peggiore in assoluto, perché il virus e le sue varianti girano molto velocemente e sembrano essere più aggressive che in passato, con tutto quello che ne consegue a livello di impatto sanitario. I report giornalieri sono dei veri e propri bollettini di guerra ed il nostro sistema sanitario è in evidente affanno. Restiamo uniti, concentrati ed evitiamo atteggiamenti irresponsabili e scellerati. Solo così insieme ce la faremo”.