Eventi culturali di dicembre e gennaio a Larino: come è andata, cosa seguire

38
coro gospel larino
Coro Gospel Larino – Foto pagina Facebook Comune di Larino

LARINO – Un grande successo di pubblico per gli eventi proposti a dicembre dal Comune di Larino e fortemente voluti dall’Amministrazione comunale. Eventi musicali diversi ma tutti dall’elevato valore artistico e culturale, che hanno ulteriormente impreziosito il già ricchissimo periodo natalizio larinese.

Il 3 dicembre 2022, una Sala Freda entusiasta ha accolto il concerto del duo composto dalle molisane Cristina Lalli e Cristina Colledanchise. Il concerto pianistico a quattro mani ha proposto un programma alla scoperta dei grandi autori francesi, attivi a cavallo tra Otto e Novecento, Gabriel Fauré e Maurice Ravel. Classe e incanto per un pomeriggio all’insegna della grande musica classica.

Ancora un pianoforte a quattro mani per l’evento del 4 dicembre. Tiziano Albanese e Tecla Marcovicchio, insieme alla voce narrante di Aldo Gioia, hanno incantato il folto pubblico con “L’invito della follia”, una favola meravigliosa, ideata, prodotta e musicata da Tiziano Albanese, nella quale le emozioni, protagoniste di una storia commovente, sono raccontate sia con le parole che con la musica.

Il 20 dicembre, sempre in Sala Freda, The New Gospel Choir di Vasto, diretto da Dora Minicucci con la collaborazione del maestro Mauro Gallo, hanno portato la gioia, l’energia irresistibile del gospel e dello spiritual, e anche in questo caso il pubblico ha risposto presente lasciandosi coinvolgere dall’entusiasmo dei coristi.

In una chiesa di San Francesco colma fino all’orlo, il 27 dicembre è andato in scena il “Rigoletto”, opera in tre atti di Giuseppe Verdi, eseguito dal felice connubio tra la banda “Pistilli” di Montagano e la “Don Luigi M.Aster Band” di Larino, con la direzione del M° Clara Galuppo. La storia tormentata del “Rigoletto” è stata scandita dalla voce narrante di Danilo Simeone, mentre le celebri arie dell’opera sono state intonate da Melissa Agostinelli nei panni di Gilda, Eros Antonelli in quelli del Duca e Gianluigi Dezzi in quelli di Rigoletto.

Spazio anche per i più piccoli che, a cavallo dell’ultimo dell’anno, hanno assalito i gonfiabili montati in piazza del Popolo per l’evento del “Capodanno dei Bambini”.

Infine, ultimo grande appuntamento musicale, il 3 gennaio 2023 il Palazzo Ducale ha avuto l’onore di ospitare Vince Abbracciante, straordinario fisarmonicista pugliese, giovane virtuoso che fa tournée in tutto il mondo e che ha avuto modo di collaborare con musicisti del calibro di Lucio Dalla, Ornella Vanoni, Richard Galliano, Heidi Vogel e così via. Una Sala Freda gremita, con presenze anche da fuori regione, è rimasta ad ascoltare a bocca aperta il repertorio di Abbracciante, in un’atmosfera soffusa e di grande impatto. L’evento era inserito nel calendario dell’ADRIFEST | unmaredicultura, festival ideato da Luca Ciarla, Violipiano.

Si è chiuso così il programma di eventi musicali del periodo natalizio ma la cultura a Larino non si ferma mai: sabato 7 gennaio, ore 18.30, appuntamento in Sala Freda per la presentazione della brochure multimediale “La Carrese di San Pardo”; mentre sabato 21 gennaio, alle 21.00, sarà inaugurata la nuova Stagione Teatrale Frentana, col primo di otto grandi appuntamenti che tra gennaio e aprile torneranno finalmente ad accendere i riflettori sul Cinema Teatro Risorgimento di Larino.