Eventi Molise oggi, 30 gennaio 2020: dibattiti, incontri, riflessioni

46

uomini e no 2020

I principali eventi in Molise di giovedì 30 gennaio 2020: al MACTE si parlerà di artisti, museo e territorio a Castello Pandone “Uomini e no – eroismi e miserie nella caccia all’ebreo”

CAMPOBASSO – Giovedì 30 gennaio nuova giornata di eventi in Molise, vediamo i principali previsti per la giornata odierna partendo da Campobasso. Al Teatro Savoia Concerto d’inaugurazione A.A. 2019-2020 Orchestra del Conservatorio “L. Perosi” (20). Prosegue  “Giornata della Memoria” la mostra storico-documentaria presso l’Archivio di Stato dalle ore 9:00 alle 17:00. Fino al 5 febbraio 2020 al Circolo Sannitico la mostra numismatica di Paolo Gabriele: Monete medioevali molisane alle 17. Mostra con il patrocinio del Comune di Campobasso e della NIA (Numismatici Italiani Associati). In tutto verranno esposte 82 monete alcune inedite emesse in Molise ed in Capitanata. Al Bootleg tè caffè infusi musica di Campobasso “Ricordando Gandhi: Proiezione e Racconti” (18.30). Apericena Oyster & Champagne al Kudedà dalle 19 mentre ci sarà la masterclass di allenamento funzionale allo Sporting Club (20). Al Sup Club serata dedicata a Il Cervellone Molise (22) mentre al Matrix Bistrot torna l’aperitivo cenato del giovedì.

Turismol presenta dalle ore 10 l’evento “Kiss me nel borgo – #unbacionelborgotermoli“. Fino al 15 febbraio, saranno posizionati in forma temporanea all’interno del borgo federiciano di Termoli, 4 “segnaletiche d’amore” nei punti più romantici e panoramici dello stesso, per poter immortalare il bacio più bello dove i turisti e termolesi potranno godere anche di un magnifico palcoscenico naturale in cui scegliere di scattare foto e/o selfie in coppia, con la propria mamma, papà, nonna, amici, con il loro fido, compagno o compagna. Tutti gli scatti dovranno inoltre avere un hashtag di riferimento obbligatorio: #unbacionelborgotermoli. Al Malibu’ Academy argentino dalle 19.30. Al MATCTE dalle 18 conferenza “Gli artisti, il museo e il territorio“. Saranno relatori all’evento la Prof.ssa Laura Cherubini, docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Brera, il Maestro Sergio Lombardo, psicologo e artista e il Prof. Lorenzo Canova, docente di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università degli Studi del Molise. Modereranno Arianna Rosica e Gianluca Riccio, i curatori della precedente mostra Giuseppe Uncini/Termoli 2019. Sarà incentrata sulla storia del Premio Termoli e su come questa iniziativa abbia dato continuità a una serie di relazioni con la città e il territorio. La storia e l’eredità di questo importante Premio sarà osservata anche attraverso il racconto di due diretti testimoni. Il primo è il Maestro Sergio Lombardo, partecipe in più occasioni del Premio – si segnala la XIII edizione del 1968 in occasione della quale è entra in collezione la sua opera Scatola con 24 cubi (1967) – e profondamente legato alla città molisana. Il racconto prosegue con l’altro testimone, il professore Lorenzo Canova, curatore di precedenti edizioni del Premio Termoli.

A Castello Pandone di Venafro “Uomini e no – eroismi e miserie nella caccia all’ebreo” (16.30). L’associazione culturale Venus rinnova l’appuntamento annuale con la storia e il ricordo tragico dell’Olocausto. L’evento, che sarà realizzato in collaborazione con il Polo Museale del Molise e con l’Istituto Omnicomprensivo “A. Giordano” e che godrà del patrocinio del Comune di Venafro, vedrà ospiti Nico Pirozzi, giornalista per le pagine culturali de Il Mattino e autore di diversi saggi incentrati sulla memoria della Shoah, Luca Gianfrancesco, già autore del del pluripremiato docu-film Terra Bruciata dedicato alle stragi naziste in Terra di Lavoro e Roberto Modiano, rappresentante della comunità ebraica partenopea e figlio di uno degli ebrei posti in salvo a Tora, in provincia di Caserta, grazie all’azione eroica della popolazione locale. Proprio la storia del piccolo comune di Tora, insignito del riconoscimento di Giusto tra le Nazioni per aver sottratto alla deportazione gli Ebrei lì rifugiatisi sarà un tassello importante della narrazione che vi verrà proposta nel pomeriggio del prossimo 30 gennaio: troppi rimasero indifferenti, alcuni parteciparono attivamente al disegno criminale, ma non mancarono gli atti eroici che consentirono agli Ebrei di scampare alle camere a gas e ai forni crematori.

PROSSIMI EVENTI

Il 31 gennaio Stefania e Ilaria Ganeri, due pianoforti concerto al Teatro Savoia mentre il 1° e 2° febbraio concerto del Banco del Mutuo Soccorso al Teatro Savoia. Il 2 febbraio a Termoli Walkzone a Termoli dalle 9.30.