Frana Castelpizzuto: la Procura di Isernia apre un’indagine

55

ISERNIA – La Procura di Isernia ha aperto un’indagine per frana colposa in seguito a quanto accaduto a Castelpizzuto: il cedimento di un tratto dell’unica strada, la Provinciale 21, che consente l’accesso al paese. Secondo quanto si apprende, 10 persone sono iscritte nel registro degli indagati su disposizione dell’autorità giudiziaria; inoltre la Polstrada di Isernia ha eseguito un nuovo sequestro, che si aggiunge al primo nell’immediatezza del fatto.

“Le indagini – spiega la Questura in una nota – che hanno portato al sequestro dell’intera area, condotte dalla Polizia Stradale e coordinate dal Sostituto Procuratore Alessandro Iannitti, sotto la direzione del Procuratore della Repubblica Carlo Fucci, hanno interessato i lavori” condotti all’esterno di un opificio.

“L’ipotesi al vaglio degli inquirenti – conclude la nota – è che la frana sia stata causata dai lavori, ancora in esecuzione, per l’ampliamento” di uno stabilimento industriale. “Sono in corso accertamenti tecnici da parte di un Consulente nominato dalla Procura della Repubblica e approfondimenti inerenti alla regolarità delle autorizzazioni presso gli enti locali competenti”.