Giornata della Memoria, video del Centro Molisano Monforte di Buenos Aires

35

Il video sulla figura di Primo Levi è stato realizzato come  Progetto Didattico per le scuole e gli studenti argentini

Primo LeviTUFARA – In occasione della Giornata della Memoria del 27 gennaio prossimo, giorno in cui l’Armata Rossa entrò nel campo di sterminio di Auschtwiz, liberò i prigionieri e fece conoscere al Mondo gli orrori del nazifascismo, il Presidente del Centro Molisano Monforte, struttura culturale ed educativa, degli italiani a Buenos Aires, Giuseppe Petrone, originario di TUFARA (CB) ci ha trasmesso questo video di straordinario rilievo approntato come Progetto Didattico per le scuole e gli studenti argentini.

La ricerca curata dai ragazzi che apprendono la lingua italiana nel “Centro Molisano Monforte” ha preso a riferimento la vicenda storica, l’esperienza umana ed il percorso artistico-letterario di Primo Levi, indimenticabile intellettuale, scrittore e poeta antifascista. Il video predisposto lascia atterriti per i moniti estrapolati dalle opere letterarie di Primo Levi e che costringono tutti a fermarsi a riflettere prima che sia troppo tardi e prima che la memoria non coltivata esponga l’umanità a rivivere i periodi più bui della propria storia.

“Se questo è un uomo” rimane una pietra miliare della cultura mondiale come ci conferma questo progetto scolastico approntato in una struttura educativa Argentina promossa da emigranti molisani, ma che può tranquillamente essere proiettato in una qualsiasi scuola della nostra regione in occasione della Giornata della Memoria o essere condiviso da qualsiasi Amministrazione Locale, Parrocchia o Associazione Umanitaria, a dimostrazione dell’universalità di un messaggio su cui sommessamente invitiamo tutti a porre la giusta attenzione.

Per questa ragione, l’Associazione “Giuseppe Tedeschi” ets, in concomitanza con la riunione programmata a Guardialfiera per il 27 gennaio sull’emergenza umanitaria in Venezuela, chiederà di osservare un minuto di silenzio per le vittime dell’Olocausto e richiamerà tutti i presenti a soffermarsi sui moniti di Primo Levi, perchè non cadano nell’oblio.