Giornata Mondiale della Giustizia Sociale, le parole della Pucciarelli

19

giornata giustizia sociale

ROMA – “L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con specifica risoluzione adottata il 26 novembre 2007, ha designato il 20 febbraio di ogni anno come Giornata Mondiale della Giustizia Sociale; celebrazione di portata volutamente globale per sottolineare e far riflettere tutti e ciascuno sul valore indispensabile di sviluppo sociale e giustizia sociale per il raggiungimento e il mantenimento delle fondamentali condizioni di pace e di sicurezza, all’interno e tra le nazioni, nella piena consapevolezza che, a loro volta, sviluppo e giustizia sociale non possono essere raggiunti in assenza di pace e sicurezza” – queste le parole con cui il Sottosegretario di Stato alla Difesa, Senatore Stefania Pucciarelli, invita a celebrare questa ricorrenza internazionale dell’ONU, comprendendone l’orientamento alla promozione di sistemi economico-produttivi etici ed inclusivi, rispettosi dei valori liberali e pluralisti di partecipazione, trasparenza e responsabilità.

“Nel significato profondo di questa Giornata – ha proseguito il Sottosegretario – vedo una forte analogia con la missione attribuita dai Paesi moderni e democratici come il nostro ai rispettivi Strumenti Militari, responsabilmente impiegati per la difesa dei propri interessi nazionali, ma inquadrata nel più ampio contributo in seno agli sforzi della comunità internazionale per la promozione e salvaguardia di stabilità e pacifica convivenza tra popoli quanto più diffuse possibile. Anche gli effetti di questa perdurante pandemia, con la spinta data alle derive che acuiscono forme di diffidenza, intolleranza, esclusione e ineguaglianza, ci ricordano con forza l’importanza di garantire a tutte le persone, senza discriminazione alcuna, l’accesso alle opportunità di miglioramento della vita propria e di quella altrui, a partire dalle persone care. Condizioni che si costruiscono iniziando dalle tutele dei diritti umani e delle libertà fondamentali, su cui vanno armonizzate quelle afferenti alle prospettive concrete di crescita sostenibile e prosperità inclusiva da assicurare per le società, anche a livello globale. In sostanza – ha concluso Pucciarelli – proprio le fondamentali funzioni di garanzia che Forze Armate come le nostre sostengono con continuità nel preservare le indispensabili condizioni di sicurezza avanzata e stabilità diffusa senza le quali si porrebbero a serissimo rischi criteri di giustizia, ordine, equità e rispetto reciproco su cui si basano sia il vivere civile sia i rapporti internazionali”.