Giornata del rifugiato a Termoli, le iniziative: ecco quali

35

Giornata mondiale del rifugiato a Termoli

Sabato 20 giugno 2020 a Termoli dibattito in streaming su migrazioni internazionali e sistema di accoglienza Installazione innovativa in piazza Bisceglie in cui i protagonisti saranno i volti dei migranti

TERMOLI – L’emergenza Covid – 19 non ferma le iniziative per la Giornata Mondiale del Rifugiato 2020. Se, a differenza degli anni passati, non si possono prevedere manifestazioni di piazza, non viene allo stesso tempo meno l’esigenza di sensibilizzare la comunità sul tema dell’immigrazione e sulle tante storie di vita di quanti abbandonano la propria terra perché vittime di guerre ingiuste o di discriminazione religiosa, politica o di genere.

PROGRAMMA

Per questo motivo sabato 20 giugno 2020, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato lanciata dall’UNHCR con l’hastag #WithRefugees, si terrà un doppio appuntamento:

  1. la mattina alle ore 10 in diretta dalla pagina Facebook della Caritas diocesana di Termoli- Larino (https://www.facebook.com/Caritastermolilarino/) si terrà un dibattito- approfondimento sul tema delle migrazioni internazionali e del sistema di accoglienza: l’iniziativa è promossa dall’Associazione di Promozione Sociale Salam in collaborazione con il progetto Siproimi “Rifugio sicuro” del Comune di Termoli gestito dalla Fondazione Istituto Gesù e Maria Cittadella della Carità in ATS con il Consorzio AID Italia soc. coop. a r.l. Interverranno: Silvana Ciciola (assessore alle Politiche Sociali del Comune di Termoli), Hanen Gzaiel Ben Mariem (APS Salam), Alessandra Salvatore (avvocato esperto in diritto delle migrazioni e tutela dei diritti umani), Rosamaria Ricciardi (Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti), Azza Badra (antropologa e sociologa) Luca Scatena (progetto Siproimi “Rifugio Sicuro”), Batoul Alnakash MH (ospite del progetto Siproimi). Moderatore dell’incontro il dottor Mino Dentizzi (APS Salam);
  1. dal pomeriggio di sabato 20 giugno, inoltre, la facciata dell’Istituto Gesù e Maria, in piazza Bisceglie a Termoli, diventerà sede di un’innovativa installazione i cui protagonisti saranno i volti dei rifugiati accolti dal progetto e le coperte termiche in cui essi vengono avvolti stremati durante gli sbarchi. Esse sono il simbolo della campagna nazionale “Io Accolgo” che ha come obiettivo quello di dare voce ai tanti cittadini che condividono il valore dell’accoglienza promuovendo il protagonismo dei migranti e ribadendo il proprio dissenso rispetto alla politica dei “porti chiusi”. Proprio il porto, come luogo di sbarco, ma anche come luogo di scambio culturale, porta con sé l’immagine simbolo della barca, della carretta del mare su cui troppi uomini, donne e bambini mettono a rischio la propria vita per arrivare sulle coste europee in cerca di un futuro migliore.

“Siamo tutti sulla stessa barca” affermava con forza Papa Francesco in una piazza San Pietro deserta il 27 marzo 2020 indicando la fraternità e la solidarietà tra uomini e donne come via di uscita dalla crisi provocata dalla pandemia. Anche in questa giornata vogliamo ricordare a tutti la necessità di essere uniti, oggi più che mai, perché nessuno è al sicuro se non lo siamo tutti.