“I trii romantici”, Piano Trio in concerto al Cinema Sant’Antonio di Termoli

17

i trii romantici 10 dicembre 2022

TERMOLI – L’associazione servizi culturali “Ondeserene” ha informato che è in programma il concerto “I trii romantici” del Piano Trio composto da Bruno Canino (pianoforte), Riccardo Zamuner (violino) e Rossella Cardaropoli (violoncello), sabato 10 dicembre al S. Antonio di Termoli alle 18:00. Il programma prevede la Sonatensatz D28 di Franz Schubert e il Trio n.1 op. 8 di Johannes Brahms.

Bruno Canino, allievo di Vincenzo Vitale e di Enzo Calace per il pianoforte, e di Bruno Bettinelli per la composizione, si è distinto nei concorsi internazionali di Bolzano e di Darmstadt alla fine degli anni Cinquanta. Ha iniziato poi una lunga carriera di concertista e camerista in tutto il mondo, durante la quale ha collaborato con artisti come Cathy Berberian, Severino Gazzelloni, Itzhak Perlman, Salvatore Accardo, Uto Ughi, András Schiff e Viktoria Mullova (con la quale vince il Premio Edison nel 1980). Da sessant’anni suona in duo pianistico con Antonio Ballista e ha fatto parte per trent’anni del Trio di Milano. Si è dedicato in modo particolare alla musica contemporanea, lavorando, fra gli altri, con Pierre Boulez, Luciano Berio, Karlheinz Stockhausen, György Ligeti, Bruno Maderna, Luigi Nono, Sylvano Bussotti, di cui spesso ha eseguito opere in prima esecuzione. Ha suonato sotto la direzione di Abbado, Muti, Chailly, Sawallisch, Berio, Boulez, con orchestre quali la Filarmonica della Scala, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Berliner Philharmoniker, New York Philharmonic, Philadelphia Orchestra, Orchestre National de France. Ha insegnato al Conservatorio di Milano per 24 anni ed è stato dal 1999 al 2002 direttore della Sezione Musica della Biennale di Venezia. Tiene regolarmente corsi di perfezionamento nelle istituzioni musicali in tutto il mondo.

Riccardo Zamuner si è diplomato e ha frequentato il Biennio di specializzazione di violino e il Biennio di specializzazione di viola al Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli, laureandosi con 110, lode e menzione speciale e ha conseguito il diploma di perfezionamento in violino con il M° Sonig Tchakerian presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e il Master of Arts in Music Performance al Conservatorio di Lugano con il M° Pavel Berman. Ha frequentato inoltre la prestigiosa Accademia di Alto Perfezionamento Stauffer di Cremona con il M° Salvatore Accardo. È vincitore di diversi concorsi e svolge intensa attività concertistica sia in Italia che all’estero per le più importanti stagioni concertistiche. Nel 2016 ha debuttato, in qualità di solista, alla Filarmonica di Berlino. Collabora con “l’Orchestra da Camera Italiana” di Salvatore Accardo e ha partecipato a produzioni con l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra Sinfonica di Santa Cecilia e l’Orchestra “I Solisti Aquilani”.

Rossella Cardaropoli ha iniziato il suo percorso di studi col M° Ilie Ionescue, diplomandosi presso il Conservatorio “Martucci” di Salerno con L. Santarpino a soli 14 anni, con la votazione di 10/10 più lode e menzione d’Onore, e ha partecipato a numerose masterclass. Si è inoltre diplomata all’Accademia di Santa Cecilia con Giovanni Sollima e ha concluso il Master presso la Hochschule der Künste Bern con Antonio Meneses. Attualmente si perfeziona presso la Barenboim-Said Akademie di Berlino con Frans Helmerson.

Si è distinta per aver vinto il 1° Premio all’International Cello Competition “Antonio Janigro” in Croazia ed è risultata al 1° Posto al “Premio Abbado” istituito dal Ministero dell’Università e Ricerca Scientifica italiano. Le viene conferito all’Aquila il Premio Speciale “W. A. Mozart”, e il premio “Cello Hitz” al Festival RovigoCelloCity.