Inaugurata la Mostra del Costume Contadino della ‘Ndocciata ad Agnone

53

inaugurata mostra costume agnone

Sarà possibile osservare l’esposizione di oggetti antichi tutti i giorni dalle 11 alle 13 e nel pomeriggio dalle 17 alle 20

AGNONE – Dopo un lungo lavoro a opera di volontari, la Mostra del Costume Contadino della ‘Ndocciata ha aperto i battenti. Domenica 24 luglio l’esposizione permanente è stata inaugurata, alla presenza dei rappresentanti dei gruppi di ‘Ndocciatori, di alcuni cittadini e dell’Amministrazione Comunale. Era da poco passato mezzogiorno quando il Primo Cittadino, Daniele Saia, il membro dello staff del Sindaco Umberto Di Ciocco e i volontari che hanno materialmente allestito la mostra, hanno tagliato il nastro tricolore aprendo ufficialmente la mostra, che accoglierà curiosi e visitatori ogni giorno dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 20.

Sono oltre 150 i costumi catalogati ed esposti nell’ex-Chiesa di Sant’Antonillo. Una collezione che riunisce cimeli di famiglia, messi a disposizione da cittadini agnonesi, ma anche utensili e pezzi d’arredo. La raccolta è un vero e proprio biglietto per un viaggio indietro nel tempo alla scoperta del mondo contadino di fine ottocento e permette al visitatore di entrare in contatto con gli usi, le tradizioni e i costumi di un tempo.

Costruito con oggetti, costumi, pezzi di arredo donati dai cittadini agnonesi, il percorso è pensato per raccontare la vita domestica e tra i campi di tutte quelle famiglie che in passato hanno coltivato le terre dell’hinterland altomolisano. Una narrazione, questa, che il Comune vorrebbe trasformare in un vero e proprio museo, visitabile tutto l’anno.

“Ciò che questo gruppo di volontari è riuscito a fare è straordinario” ha commentato il Sindaco Daniele Saia. “Allestire una mostra come questa è un qualcosa di singolare che però deve la sua esistenza alla generosità dei nostri concittadini. Costumi antichi, cimeli ereditati e oggetti antichi, oggi trovano spazio tra le mura dell’ex-Chiesa di Sant’Antonillo. Ci piacerebbe espandere il progetto” ha proseguito Saia “Vorremmo dedicare maggiore spazio alla mostra, mettendo su un vero e proprio museo a tema. L’invito che rivolgiamo alla cittadinanza perciò è quello di continuare a donare, di mettere a disposizione del prossimo altri articoli così da ricostruire ancora più dettagliatamente una pagina della nostra storia. Probabilmente una di quelle più autentiche”.

INFO E BIGLIETTI

Il percorso è aperto al pubblico tutti i giorni dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 20 e ha un costo di 3€, per un massimo di 10 persone per volta. L’ingresso ai disabili è reso agevole dal supporto di alcuni operatori, viste le caratteristiche architettoniche dell’ex-Chiesa. Si invita pertanto a prendere accordi in anticipo, così da migliorare l’esperienza di chi avesse bisogno di supporto. Per informazioni e prenotazioni: 351 9622663