Isernia, 32enne sottoposto alla sorveglianza speciale

66

ISERNIA – Nonostante l’emergenza “coronavirus”, la Polizia di Stato continua sempre l’attività di prevenzione a tutela della sicurezza dei cittadini della provincia pentra: infatti un isernino di 32 anni, persona nota agli agenti della Questura di Isernia per spaccio di sostanze stupefacenti, al termine della misura cautelare, è stato sottoposto alla Misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale per 1 anno.

Appartenente alla criminalità comune, con a carico precedenti di polizia per reati concernenti appunto gli stupefacenti, il patrimonio ed altro, è considerato un soggetto molto difficile avendo alle spalle una “carriera” delinquenziale iniziata purtroppo da quando era ancora minorenne e continuata appena raggiunta la maggiore età: infatti è già stato arrestato 2 volte per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sottoposto ad “Avviso Orale”, era stato invitato a tenere una condotta conforme alla legge, ma l’invito è stato disatteso: infatti, successivamente, è stato denunciato anche per ricettazione ed arrestato sempre per detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Dopo l’arresto è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per diversi mesi e, terminata la misura giudiziaria a suo carico, è stato sottoposto alla Sorveglianza Speciale di P.S. per 1 anno, durante la quale dovrà osservare le prescrizioni impartite dall’Autorità Giudiziaria. Infatti, a tutela della collettività, sarà “attenzionato” con ripetuti controlli diurni e notturni da parte delle Forze di Polizia che naturalmente vigileranno sull’osservanza degli obblighi che gli sono stati imposti.