Isernia: Bruno (CasaPound Italia) sulla chiusura dei plessi scolastici in città

ISERNIA – Francesca Bruno di CasaPound interviene sulla chiusura dei plessi scolastici a Isernia, denunciando che “molti di essi sono chiusi per inagibilità. Una situazione che l’amministrazione promise di sanare prima di settembre 2017. Un anno è passato ma nulla è migliorato. Anzi.

Arriviamo quindi ad oggi. Alla luce degli ultimi accadimenti, da cittadina, prima che da amministratore, non posso esimermi dal commentare questa vicenda politicamente squallida. Una situazione di disagio per tanti cittadini, ma soprattutto per i figli di questa città. Più volte ho rimarcato come non sia possibile governare in nome del solo ed esclusivo risparmio economico, vessando peraltro i cittadini con tributi salati.

E soprattutto non si può vedere quel fantomatico risparmio cadere nelle mani di soggetti privati che dovranno supplire le mancanze di questa amministrazione di “politicamente incapaci”. La decisione di abbandonare questa maggioranza mi rende oggi più che mai fiera di essere rimasta vicino al popolo e non alle decisioni scellerate di qualche amministratore.

Nel ricordare al sindaco e agli assessori che il governo della cosa pubblica si fa con i cittadini, e non contro di loro, ritengo che sia arrivato il momento che tolgano il disturbo e restituiscano la parola al popolo, così da poter decidere nuovamente a chi affidare le sorti della nostra città”.