Isernia, “Ferragosto sicuro”: tre arresti e nove denunce in provincia

47

posto di blocco Carabinieri ISERNIA – É di tre arresti, nove persone denunciate all’Autorità Giudiziaria, due segnalati alla Prefettura, un espulso dal territorio nazionale ed il sequestro di sostanze stupefacenti, il bilancio di alcune operazioni eseguite dai Carabinieri nelle ultime ore, in varie zone della provincia di Isernia per rendere sicuro il Ferragosto ai cittadini.

Ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, a seguito di varie perquisizioni personali, veicolari e domiciliari, hanno arrestato un operaio 20enne di Pettoranello del Molise ed un commerciante 52enne di Frosolone, per detenzione illegale di sostanza stupefacente. I due controllati per il loro atteggiamento in contesti ed orari diversi sono stati sottoposti a perquisizione personale e trovati in possesso complessivamente di circa 350 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Entrambi sono stati accompagnati in caserma dove nei loro confronti sono scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti ed il sequestro della droga rinvenuta.

I due, dopo le formalità di rito, sono stati accompagnati presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Nel corso della medesima attività è stato altresì denunciato un operaio 30enne di origine svizzera ma domiciliato in Pettoranello del Molise anche lui per detenzione illegale di stupefacente. L’uomo, sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di circa dieci grammi di marijuana. La droga è finita sotto sequestro ed a suo carico è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Isernia. Gli stessi militari, controllavano anche uno studente 18enne residente a Vasto (CH) che mostrava segni di insofferenza e nervosismo e, proprio per tale motivo, hanno proceduto a perquisizione personale rinvenendo addosso allo stesso tre grammi circa di sostanza stupefacente del tipo hashish. Il ragazzo è stato segnalato alla competente Autorità e la droga sottoposta a sequestro.

Sono in corso indagini per accertare a chi fosse destinato tutto lo stupefacente sequestrato.

Sempre ad Isernia, i militari della locale Stazione, hanno arrestato un 38enne del posto, che nel recente passato si era reso protagonista di una serie di reati inerenti il traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. Per tali motivi, la competente Autorità Giudiziaria ha emesso un ordine di carcerazione; i Carabinieri dopo averlo rintracciato, lo hanno accompagnato in caserma per espletare le formalità di rito e successivamente lo hanno trasferito presso la Casa Circondariale ove dovrà scontare la pena di anni tre e mesi uno di reclusione.

foto arrestiAncora ad Isernia, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 28enne nigeriano, ospitato in struttura ricettiva per richiedenti asilo ubicata in Pescasseroli (AQ), per aver rapinato la somma di circa tremila euro in contanti al responsabile isernino della stessa struttura, il quale denunciava il fatto in questo centro. E’ stato accertato che l’extracomunitario, aveva sottratto con forza al responsabile un sacchetto contenente il denaro e per potersi allontanare aveva ingaggiato una colluttazione con lo stesso e, nella circostanza, aveva anche colpito una donna accorsa in aiuto. L’immediato intervento di altri dipendenti della struttura aveva consentito di recuperare l’intera somma di denaro che il nigeriano aveva abbandonato dopo essersi dato alla fuga.

A Cantalupo nel Sannio, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 60enne di Roccamandolfi, resosi responsabile di minacce nei confronti della ex convivente e di altri familiari. I Carabinieri, dopo le denunce, hanno ricostruito la vicenda con inconfutabili prove di colpevolezza a carico dell’uomo segnalandolo all’Autorità Giudiziaria di Isernia. A Montaquila, i militari della locale Stazione, hanno denunciato al Tribunale per i Minorenni di Campobasso, una coppia di extracomunitari ospitata nella locale struttura di accoglienza, in quanto hanno accertato che ripetutamente nel corso dell’anno avevano abbandonato il figlio di anni uno nella stessa struttura.

A Pietrabbondante, nel corso di evento musicale tenutosi all’aperto, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Agnone, hanno controllato uno studente 18enne napoletano ma domiciliato in Pietrabbondante, ed un 20enne di Roma, addosso ai quali sono stati rinvenuti complessivamente circa quattro grammi di stupefacente tipo “hashish”. A seguito di successiva perquisizione presso l’abitazione del 18enne venivano rinvenute ulteriori dieci grammi di analoga sostanza. Entrambi sono stati accompagnati in caserma dove nei loro confronti è scattata una denuncia per detenzione illegale di stupefacenti, la segnalazione alla competente Prefettura ed il sequestro delle dosi rinvenute. Sono in corso ulteriori indagini per accertare se lo stupefacente era per uso personale o se destinato all’attività di spaccio.

A Castel San Vincenzo, i militari della locale Stazione, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Isernia, una pensionata 80enne ed un allevatore 57enne entrambi di Montenero Val Cocchiara (IS), per mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del Giudice. I militari hanno accertato che i due nonostante gli fossero stati affidati in custodia giudiziaria beni mobili precedentemente sottoposti a pignoramento, li avevano fatti sparire. Analogamente ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno denunciato un 33enne residente a Miranda (IS), per violazione degli obblighi inerenti la custodia di cose sottoposte a sequestro. I Carabinieri, hanno accertato che l’uomo aveva fatto sparire la propria autovettura, sottoposta a sequestro alcuni giorni orsono poiché priva di copertura assicurativa ed affidatagli in custodia giudiziaria. A Capracotta, i militari della locale Stazione, controllavano un cittadino marocchino il quale è risultato destinatario di un provvedimento di espulsione da territorio nazionale emesso dal Prefetto di Matera nel 2014. A carico del 40enne extracomunitario è stato emesso un nuovo decreto di espulsione da parte del Prefetto di Isernia con accompagnamento alla frontiera.