Isernia, sequestrata piscina all’aperto abusiva

123

L’intera struttura, era stata realizzata su un area di circa 500 metri quadrati senza le prescritte concessioni edilizie rilasciate dagli uffici competenti

carabinieri piscinaISERNIA – Una task force di militari del Comando Provinciale di Isernia e del Nucleo Ispettorato del Lavoro dell’Arma, hanno sottoposto a sequestro giudiziario una piscina aperta al pubblico ad Isernia, nella zona di viale dei pentri, totalmente abusiva.

L’Operazione rientra nell’ambito di una vasta operazione dei Carabinieri, finalizzata a contrastare il fenomeno degli abusi edilizi, a tutelare la sicurezza sui luoghi di lavoro e a salvaguardare il patrimonio paesaggistico ed ambientale tra Isernia e comuni limitrofi.

I Carabinieri hanno accertato che l’intera struttura, era stata realizzata su un area di circa 500 metri quadrati senza le prescritte concessioni edilizie rilasciate dagli uffici competenti del comune di Isernia.

Presso l’impianto, di recentissima apertura, provvisto anche di Solarium, venivano tra l’altro organizzati corsi di Aqua-Bike, Aqua Treadmill, Aqua – Gym e campi estivi per bambini, con grave pericolo per la salute dovuto alla mancanza di qualsiasi requisito igienico-sanitario, infatti nessuna autorizzazione sanitaria era stata rilasciata dagli organi competenti.

Inoltre veniva riscontrata la presenza di cavi alimentati da corrente elettrica in prossimità dei tubi che erogavano acqua, con imminente pericolo di scariche elettriche per i lavoratori dipendenti, di cui alcuni risultavano a nero, e per gli stessi frequentatori della piscina.

L’intervento dei Carabinieri, che è stato eseguito anche con la collaborazione di personale dell’ASREM, si è concluso con la denuncia alla Procura della Repubblica di Isernia del titolare della struttura.