Isernia, weekend di controlli sul territorio: scattano denunce e sequestri

64

foto controlli CarabinieriISERNIA – Controlli straordinari sono stati predisposti dai Carabinieri durante il fine settimana in varie zone sensibili della provincia di Isernia, al fine di prevenire reati predatori, lo spaccio di stupefacenti e altri reati di maggior allarme sociale. A Isernia, i Carabinieri del N.O.R., hanno sorpreso nel centro cittadino due 20enni del posto, in possesso di involucri contenenti alcune dosi di hashish. La droga è finita sotto sequestro, mentre i due dovranno rispondere di detenzione illegale di sostanze stupefacenti.

Colli al Volturno

I militari della locale Stazione hanno denunciato un 30enne di Pescara, per truffa aggravata ai danni di una 50enne del posto, dalla quale aveva ricevuto la somma contante di duecento euro per l’acquisto di una impastatrice da cucina messa in vendita online, rivelatasi essere inesistente.

Castelpetroso

Un 50enne di Macchiagodena, titolare di una impresa edile è stato denunciato dai Carabinieri del N.I.L. di Isernia per violazioni alle norme in materia di prevenzione di infortuni sul lavoro.

Castel San Vincenzo

I militari della locale Stazione hanno denunciato per inquinamento ambientale, un imprenditore agricolo, 55enne del luogo, che sversava rifiuti liquidi provenienti dalla propria azienda direttamente nelle acque di una fontana pubblica.

Venafro

I militari del N.O.R. hanno sorpreso invece un 21enne di Isernia, in possesso di un involucro contenente hashish. Anche in questo caso la droga è finita sotto sequestro, mentre il giovane è stato segnalato per detenzione illegale di stupefacenti. Stessa sorte è toccata ad un 30enne ed un 25enne della provincia di Caserta, sorpresi dagli stessi militari nella zona di Sesto Campano, che all’interno dell’auto sulla quale viaggiavano tenevano occultate varie dosi di hashish e marijuana, motivo per il quale sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria, mentre i militari della locale Stazione hanno sorpreso un 28enne della provincia di Campobasso, che a bordo dell’auto è stato trovato armato di un manganello in metallo.

L’arma è finita sotto sequestro mentre il giovane è stato denunciato per detenzione abusiva di arma impropria. Infine ad Agnone, i militari del N.O.R. e delle locali Stazioni hanno eseguito numerosi posti di blocco anche durante le ore notturne, durante i quali un 30enne del posto, con a carico vari precedenti di reato, è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale e violazioni in materia di sicurezza stradale e di misure di prevenzione, in quanto sorpreso alla guida di una moto di grossa cilindrata sprovvisto di targa e casco protettivo, ha tentato la fuga al fine di eludere i controlli. La moto è stata sottoposta a sequestro.