“La via del Tratturo”, positivi i dati sull’affluenza Maggio-Agosto 2021

3

felice assessoreCAMPOBASSO – L’Assessore alla Cultura del Comune di Campobasso, Paola Felice, nel rispondere durante la seduta del Consiglio Comunale a un’apposita interrogazione della consigliera del PD, Bibiana Chierchia, ha reso noti una serie di dati sull’affluenza turistica cittadina relativamente ai mesi Maggio/Agosto 2021.

“Gli ingressi registrati presso il Museo Sannitico da giugno ad agosto – ha detto l’assessore – sono stati 6.439; circa 7000 sono stati, invece, i visitatori che si sono recati presso il Museo dei Misteri nel periodo da maggio ad agosto e 2500 quelli che hanno fatto ingresso nel Castello Monforte da giugno ad agosto. I dati, registrati a partire dalla riapertura dei luoghi della cultura, – ha spiegato Felice -sono estrapolati dai registri firma presenti nei siti indicati. Da un’analisi più approfondita degli stessi, sappiamo che circa la metà dei visitatori è rappresentata da gruppi provenienti dalle regioni Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, l’altra metà è relativa a famiglie, gruppi ristretti di amici o coppie.

In particolare è interessante segnalare, – ha aggiunto l’assessore – tra le altre, il successo dell’iniziativa “La via del Tratturo” che ha registrato, nei primi tre mesi, 79 partecipanti certificati e cioè viaggiatori che sono partiti a piedi da Pescasseroli e sono stati premiati con l’attestato di arrivo a Campobasso.

I commenti raccolti all’arrivo sono stati del tutto positivi e significativi per l’Amministrazione che continuerà a lavorare per la promozione di un “turismo lento” adatto allo sviluppo del nostro contesto territoriale, anche perché non solo il percorso è ritenuto bello, grazie ad un patrimonio paesaggistico rilevante, ma è stato riconosciuto un cammino importante a livello nazionale per la lunghezza e per il dispendio di energie che richiede (6 giorni pieni di cammino in media). I complimenti alla nostra Regione inesplorata e “semplicemente incantevole” sono stati numerosi e non scontati; di Campobasso è stata apprezzata la pulizia e la presenza di strutture ricettive valide. Unica difficoltà ancora da colmare è il collegamento di ritorno a Pescasseroli che obbliga ad un viaggio della speranza alla ricerca della coincidenza giusta, prima per Isernia con il sostitutivo Fs e poi per Castel di Sangro con l’autobus ed infine da Castel di Sangro a Pescasseroli.

Come Amministrazione Comunale stiamo lavorando al progetto di apertura di un Infopoint comunale, un progetto che sarà portato e condiviso nella Commissione consiliare competente nei prossimi mesi”.