L’ex consigliere regionale Ciocca risponde a Cattelan con una salsiccia molisana

44

RICCIA – Arriva dal Molise la risposta gastronomica all’opera d’arte di Cattelan: stesso sfondo, stesso nastro adesivo, ma al posto della banana l’orgoglio della tavola di Riccia, la famosa salsiccia piccante. La provocazione sta diventando virale sui social e c’è chi ha scritto ‘Molise è arte’. E’ opera dell’ex consigliere regionale e presidente di commissione Salvatore Ciocca il quale mai avrebbe immaginato tanti messaggi e telefonate di compaesani divertiti per una semplice foto su Facebook.

“Come sta la salsiccia? Kaputt come la banana – risponde divertito – A breve pubblicherò anche la versione con salsiccia di fegato. E’ la mia risposta all’opera d’arte di Cattelan, con la differenza che lui ha messo un prodotto importato, noi una cosa che facciamo da secoli. Preciso che il maiale, di cui abbiamo grande rispetto, si chiamava Pigmalione e il norcino si chiama Giosuè, nome evocativo: i nostri prodotti di norcineria richiedono abilità, competenza, e il nome di un profeta è quanto mai azzeccato”.

E ancora: “Non è una provocazione – aggiunge l’ex consigliere regionale molisano – ma un segno di rispetto per la nostra tradizione, una cosa che non è staccata da un albero, ma è fatta con carne di maiale, sale, peperoncino insaccato nel budello e fatto essiccare piano piano davanti al camino”.