Novecento Barocco con Matteoli e Sangiovanni a Termoli Musica 2022

42

novecento barocco 30 dicembre 2022

TERMOLI – L’associazione servizi culturali “Ondeserene” è lieta annuncia il concerto del duo composto da Giorgio Matteoli (flauti dolci) e Scipione Sangiovanni (pianoforte), venerdì 30 dicembre al S. Antonio di Termoli alle 18:00. Musiche di J.S. Bach, G.F. Haendel, A. Marcello, G.Ph. Telemann, A. Vivaldi, A. Piazzolla e M. Arnold.

Giorgio Matteoli è diplomato in flauto dolce, violoncello, musica da camera e laureato in Storia della Musica. Ha seguito anche studi accademici di composizione (conseguendo il VII anno) e direzione d’orchestra. Come solista di flauto dolce ha registrato la colonna sonora di Ennio Morricone e Marco Frisina della coproduzione internazionale “La Bibbia, vincitrice del KABLE ACE (Oscar televisivo americano). Dal 1994 Giorgio Matteoli, con l’ensemble Festa Rustica da fondato e diretto, oltre ai numerosi concerti e recital eseguiti in Italia e all’estero (Francia, Spagna, Albania, Montecarlo, Romania, Israele, Giappone, Turchia, Polonia, Repubblica Ceca, Germania, Svezia, Macedonia) ha prodotto diverse registrazioni per le case discografiche Agorà, MusicaImmagine, ASV Gaudeamus, MAP Editions e Da Vinci Classic. Tra questi dischi ricordiamo la prima registrazione mondiale dei concerti di flauto dolce e flauto dolce di Francesco Mancini, secondo la rivista americana “Fanfare” fu considerata come una delle migliori registrazioni di musica classica al mondo prodotte al mondo nel 1995 (“The Want List 1995”), e la prima registrazione assoluta integrale dei concerti per flauto di Nicolò Fiorenza (ASV-Gaudeamus: 5 Stelle Amadeus). Tra le sue ultime incisioni come solista di flauto per la Da Vinci segnaliamo l’integrale delle sonate per flauto dolce e basso continuo di Haendel, un disco di sonate e cantate di Domenico Scarlatti ed uno di cantate sacre e sonate con flauto dolce di Telemann. Giorgio Matteoli è anche autore di numerosi articoli divulgativi pubblicati su riviste come Orfeo, Amadeus, Cd Classics dedicati alla tecnica e al repertorio flautistico. È il presidente dell’Associazione Early Music Italia e fondatore della rassegna di musica da camera “Brianza Classica” giunta alla XX I’edizione. È stato invitato a tenere masterclass di flauto dolce in Israele, presso il Conservatorio di Tel Aviv.

Scipione Sangiovanni è uno dei pianisti della sua generazione ad aver ottenuto il maggior numero di riconoscimenti nell’ambito della Fédération Mondiale des Concours Internationaux de Musique: vincitore del Rina Sala Gallo di Monza e dello Svetislav Stancic di Zagabria, è stato premiato al Premio Jaen, al Maria Canals di Barcellona, al Tbilisi International Piano Competition, al Concurso de Musica da Cidade do Porto, allo José Iturbi di Valencia, allo Scottish di Glasgow e al Top of The World di Tromso. Il suo percorso nel mondo delle competizioni pianistiche internazionali è stato coronato nel 2021 dall’AAF Award, riconoscimento che la Fondazione Alink-Argerich assegna ai pianisti più brillanti delle nuove generazioni. È regolarmente invitato a tenere recital per istituzioni come Serate Musicali di Milano, Association Chopin di Lione, Gioventù Musicale d’Italia, Festival Echos del Monferrato, HRT (la Radio-Televisione Croata), Società del Quartetto di Bergamo, Trasimeno Music Festival, Festival du Vigan, Lago Maggiore Festival, Habana Clásica e Festival Internacional de Piano En blanco y negro di Città del Messico. Nel corso della sua carriera si è esibito in prestigiose sale come il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Bibiena di Mantova, il Mozarteum di Salisburgo, il Palau de la Musica di Barcellona, la Casa da Musica di Porto, il Megaron Mousikis di Atene, il Centro Nazionale delle Arti di Città del Messico, la Lisinski Hall di Zagabria, la Konzerthaus di Berlino, la Salle Cortot di Parigi, l’Università La Sapienza di Roma, la Sala Verdi del Conservatorio di Milano e la Carnegie Hall di New York. Ha collaborato in qualità di solista con l’Orchestra della Radio-Televisione Croata, con l’Orchestra Sinfonica “Giuseppe Verdi” di Milano, con Roma Tre Orchestra, con la Royal Philarmonic Orchestra di Londra e con l’Orchestra Sinfonica Nazionale di Porto. Il suo lavoro discografico dedicato ad Haendel (Piano Classics 2018) è stato elogiato dal BBC Music Magazine e dall’emittente radiofonica France Musique. Le sue registrazioni sono state trasmesse da Radio Catalunya, BRKlassik, Radio Vaticana, Radio 3 e Radio Classica. Ha collaborato con artisti quali il pianista Francesco Libetta, il violinista Aylen Pritchin, il mezzosoprano Marzia Marzo e lo chef Enrico Bartolini. Recentemente è stato inserito nello Steinway Prize Winner Concerts Network, un programma specifico del celebre marchio di pianoforti nato per promuovere i pianisti delle nuove generazioni che si sono distinti nelle grandi competizioni internazionali.