Petacciato, protezione dei nidi di Fratino

fratino

Le gabbie serviranno a proteggere i nidi consentendo il dischiudersi delle uova

PETACCIATO – Dopo la perdita avvenuta nei giorni scorsi del nido di Fratino (Charadrius alexandrinus), non a Petacciato come qualcuno ha erroneamente scritto, i volontari di ABM nella mattinata odierna sono stati impegnati nella recinzione dei due nidi rimasti. Pur essendo contrari a questo tipo di intervento, i volontari hanno deciso comunque di recintare i nidi, onde poter permettere la pulizia della spiaggia, con la speranza che gli addetti si fermino dove si trovano le gabbie.

nidi fratino

La recinzione consiste nel posizionare una gabbia con dei fori, che permette al Fratino di entrare ed uscire dal nido, ma nel contempo le uova saranno protette da eventuali predatori naturali come la cornacchia grigia, i gabbiani, i cani randagi, e da qualsiasi animale. L’unico neo negativo è dato dal fatto che i curiosi non mancheranno e quindi ci potrebbe essere l’abbandono del nido da parte dei Fratini.

Notevole soddisfazione per i volontari è stata la presenza a Petacciato, del Vice Sindaco Antonio Di Pardo, che ha aiutato a posizionare la recinzione e la gabbia, presenza oltre modo gradita in quanto il Vice Sindaco è stato sempre presente in tutte le attività organizzate da ABM nel territorio di Petacciato.

La scesa in campo del Vice Sindaco insieme ai volontari fa capire, se mai ce ne fosse bisogno, che l’Amministrazione comunale di Petacciato vuole difendere la coppia Fratino e la biodiversità del proprio territorio. I due nidi rimasti saranno osservati speciali nei prossimi giorni in quanto la schiusa è vicina, lo stesso Vice Sindaco si è offerto per la vigilanza.