Pfm in concerto a Bojano venerdì 26 agosto

191

PfmBOJANO (CB) – Venerdì 26 agosto alle ore 22 la Pfm sarà in concerto a Bojano, in Piazza delle Vittoria. Il gruppo, guidato come sempre dal cantante e batterista Franz Di Cioccio, proporrà un’antologia dei suoi brani storici che l’hanno reso famoso in Italia e all’estero. La Premiata Forneria Marconi è stata la formazione più celebre del progressive italiano e l’unica a ottenere un discreto successo in ambito internazionale, soprattutto negli Stati Uniti.

Nell’eterogenea evoluzione del suo percorso musicale, la Pfm ha saputo combinare ritornelli quasi “pop”, improvvisazioni di stampo jazzistico e composizioni di attitudine classicheggiante. In più, ha aggiunto quel pizzico di melodismo, dal sapore tipicamente mediterraneo, che ha contribuito a rendere la sua formula originale rispetto ai modelli prog d’oltre Manica. Una band super, la cui carriera si è contraddistinta per una ricerca costante, sostenuta dalla poliedricità dei linguaggi che li ha spinti a maturare uno stile inconfondibile, capace di far apprezzare la musica italiana in campo internazionale al di là della sua tradizione melodica.

Solo alla fine del 1970, Franco Mussida, Flavio Premoli, Franz Di Cioccio e Giorgio Piazza danno ufficialmente vita alla Premiata Forneria Marconi (Pfm), dal nome da una pasticceria di Brescia situata vicino agli studi nei quali i nostri si recavano a fare le prove. Dopo diversi contrasti, i quattro decidono di lasciare la Ricordi, ottenendo presto un contratto con la Numero Uno di Lucio Battisti e Mogol e con il manager Franco Mamone, grazie all’ottima reputazione acquisita per la loro abilità tecnica.

Nel 1971 la Pfm segue, nei tour italiani, band autorevoli come Yes, Procol Harum, Black Widow e Deep Purple. E’ solo l’inizio di una grande avventura che, passando altresì per l’indimenticabile collaborazione con Fabrizio De Andrè, ancora oggi può dirsi tutt’altro che conclusa: la Premiata Forneria Marconi è sempre attiva anche sotto il profilo creativo, non fermandosi praticamente mai.