Progetto Raee Mida School, due nuovi incontri nelle scuole

31

raeemidam via maratona

TERMOLI – Continua il progetto Raee Mida School con altri due appuntamenti che si sono svolti nella mattinata del 13 dicembre nella scuola primaria di via Maratona, alla presenza del direttore della Rieco Sud Angelo Di Campli e del capo area Daniele Di Tonno e con la partecipazione di circa 100 alunni delle classi quarte e quinte.

Il progetto Raee Mida School, organizzato dalla Rieco Sud con la collaborazione dell’Amministrazione comunale di Termoli, è volto a sensibilizzare i bambini sull’importanza del valore del rifiuto inteso come risorsa indispensabile per un futuro proiettato verso una Economia Circolare – e in particolare sul corretto smaltimento dei Raee (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) e sulle potenzialità inquinanti dei conferimenti impropri – è la prima iniziativa di educazione ambientale che prevede un percorso di formazione continua con modalità didattiche assolutamente innovative e uniche nel contesto europeo.

I piccoli studenti, insieme ai loro insegnanti, hanno assistito alla lezione sulla filiera dei rifiuti della responsabile del progetto Monica Fattore, che ha coinvolto i bambini con domande e curiosità sul mondo dei Raee con il supporto di una piattaforma di Green Learning ricca di contenuti didattici multimediali. Successivamente, gli alunni hanno indossato i dispositivi VR per immergersi in una visita interattiva attraverso immagini a 360° nell’affascinante mondo dei Raee e della trasformazione delle materie.

La responsabile della comunicazione Rieco Sud Ivana Cappella dichiara: “Raee Mida School è un tassello di un grande puzzle di educazione ambientale al quale lavoriamo da quattro anni con impegno e convinzione, cercando di coinvolgere tutte le fasce d’età della popolazione termolese, dai più piccoli con i laboratori di riciclo creativo fino ai ragazzi della secondaria con la sensibilizzazione sull’utilizzo della plastica, oltre gli adulti sul corretto conferimento dei rifiuti. Un sentito ringraziamento va al dirigente scolastico Francesco Paolo Marra e alle insegnanti che hanno dimostrato grande sensibilità ai temi di educazione ambientale, ma soprattutto ai bambini delle classi quarte e quinte, che hanno dimostrato di avere le idee chiare e la voglia di cambiare le cose in meglio”.