Regione Molise tra le premiate al Forum PA 2019

Selezionato il progetto “Sa.L.Sa Salviamo La Salute” che permette la mappatura di chi necessita di prestazioni cicliche in strutture sanitarie in caso di eventi atmosferici

Gianni DominiciROMA – La Regione Sardegna per la “Strategia regionale di adattamento ai cambiamenti climatici” che trasforma la pianificazione e programmazione per far fronte ai mutamenti del clima; l’Università di Padova per il progetto “P.I.P.P.I, Programma di intervento per prevenire l’istituzionalizzazione” che libera il potenziale umano dei bambini in condizione di vulnerabilità familiare e sociale; la Regione Emilia Romagna che ha istituito “Il primo elenco regionale in materia di sottoprodotti” in grado di ridurre i rifiuti industriali favorendo il riutilizzo dei residui di lavorazione; l’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente di Trento con la “Nuova proposta di educazione ambientale alla sostenibilità”; Roma Capitale per l’“Eco Ci tizen Wallet” che premia i cittadini con comportamenti sostenibili attraverso un sistema di incentivi basato su tecnologia blockchain; il Comune di Bellaria Igea Marina per l’”Osservatorio Provinciale sulla Criminalità Organizzata” che monitora la presenza delle mafie sul territorio della Riviera di Rimini; Qualità e Sviluppo Ruraledi Montepulcianoper il suo progetto “Italia dei Saperi e dei Sapori” che fornisce una carta d’identità dei prodotti agroalimentari attraverso QR-code; la Regione Molise con il progetto “Sa.L.Sa Salviamo La Salute” che permette la mappatura di chi necessita di prestazioni cicliche in strutture sanitarie in caso di eventi atmosferici; la Regione Marche per “MyCupMarche”, l’app che permette ai cittadini un filo diretto h24 con la sanità per prenotare visite, vaccinazioni dei minori, pagament o dei ticket o ritiro dei referti.

Sono questi i 9 vincitori del “Premio PA sostenibile, 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030”, un’iniziativa promossa da FPA in collaborazione con ASviS (Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile) per individuare, far emergere e valorizzare i migliori progetti e prodotti che aiutano la PA nel percorso di crescita sostenibile verso il 2030. I premi sono stati assegnati oggi nel secondo giorno di FORUM PA 2019 che si è aperto con un confronto sui temi dell’innovazione sostenibile e del ruolo della PA per orientare il mercato.

“L’Obiettivo del Premio, giunto alla seconda edizione, è dare visibilità alle migliori iniziative nate per aiutare l’Italia, e in particolare i singoli territori, ad affrontare le debolezze dell’attuale modello di sviluppo, scegliendo un sentiero di crescita sostenibile da percorrere fino e oltre il 2030 – spiega Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA -. La ricerca di innovazione da parte delle amministrazioni centrali e locali, ma anche da parte di associazioni e start up, è una strada irrinunciabile per assicurare benessere e sviluppo alle comunità”.

Sono 150 le candidature ricevute al Premio, da cui una giuria di esperti ha selezionato 100 soluzioni particolarmente meritevoli (tutte pubblicate sullapiattaforma FORUM PA Challenge). Tra le soluzioni delle short list sono stati selezionati i 9 progetti vincitori (uno per ciascun ambito del contest, ma tre pari merito nell’ambito “Alimentazione, salute e welfare”).

Di seguito il dettaglio dei progetto vincitore della Regione Molise.

Regione Molise (DG Salute, Servizio Programmazione Rete soggetti deboli e Integrazione sociosanitaria). Progetto Sa.L.Sa – SAlviamo La Salute – Ambito: “Alimentazione, salute e welfare”

Il Progetto della Regione Molise contiene la mappatura di tutti coloro che necessitano di cure o di trasporto in strutture ospedaliere per effettuare prestazioni cicliche: uno strumento destinato al personale impiegato nei centri di intervento e di primo soccorso, alle forze dell’ordine, alle associazioni di volontariato, alle Prefetture e amministrazioni comunali. Tramite la app “Sa.l.Sa.” sarà possibile sapere esattamente chi, dove, quando e di cosa potrebbe aver bisogno, in caso di inverni molto rigidi e estati molto calde come le calamità naturali per anziani, disabili, persone sottoposte a cure sanitarie cicliche.