“Spiaggia abile”, Montenero di Bisaccia capofila del progetto

31

spiaggia abile

MONTENERO DI BISACCIA – La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato lo scorso mese di gennaio un bando per il finanziamento di progetti dedicati al turismo accessibile e inclusivo. Per il tramite del successivo avviso reso noto dalla Regione Molise, il progetto “Spiaggia abile” presentato dai comuni di Montenero di Bisaccia (capofila), Termoli, Campomarino e Petacciato unitamente all’associazione A.Fa.S.E.V. di Isernia, è risultato primo classificato tra le nove manifestazioni di interesse fatte pervenire agli uffici regionali.

L’iniziativa prevede il finanziamento con un importo di 1 milione e 200 mila euro a valere sulle risorse del “Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità”, con l’aggiunta di ulteriori 120 mila euro della Regione Molise come cofinanziamento in caso di approvazione del progetto da parte dell’Ufficio disabilità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il fine di “Spiaggia abile” è quello di diffondere la cultura dell’inclusione e di uscire dalla logica della “separazione”, rendendo fruibile e accessibile la fascia costiera nella sua interezza, armonizzando e incrementando strutture e servizi esistenti, con lo scopo di potenziare e sviluppare il turismo accessibile molisano. Il partner ETS, con sede nelle aree interne della nostra regione, rappresenta, inoltre, un’opportunità strategica di sperimentare e costruire una filiera di buone pratiche anche nel resto del tessuto molisano.

Gli obiettivi, quindi, saranno quelli di migliorare l’accoglienza del turismo balneare e accessibile intervenendo sulle infrastrutture e definendo tirocini formativi per persone con disabilità, promuovendo la cultura dell’inclusione con la formazione e l’alta formazione, indicando, da ultimo, un’offerta turistica accessibile coinvolgendo le strutture ricettive, i ristoranti e i punti di interesse culturali e naturalistici.

“Il progetto “Spiaggia abile” – dichiara l’assessore regionale alle Politiche Sociali Filomena Calenda – che porta la firma dei comuni di Montenero di Bisaccia (capofila), Termoli, Campomarino e Petacciato insieme a quella dell’A.Fa.S.E.V. di Isernia, è uno de motivi di orgoglio di questa regione. È il migliore esempio di avanguardia dei diritti di ognuno, che andrebbe preso come prototipo per fungere da stimolo anche per altre realtà. Il turismo accessibile è questo. È qui, in Molise, sulle nostre spiagge. È grazie alla forza di volontà, alle progettualità, alle idee come queste che tutto diventa concretamente più fattibile. È chiaro che sul turismo accessibile molto c’è ancora da fare, ma se lavoriamo insieme riusciremo ad aprire i nostri spazi e i nostri traguardi”.

“Abbiamo deciso di partecipare a questo bando – commentano il sindaco di Montenero di Bisaccia Simona Contucci e l’assessore comunale alle Politiche Sociali Tania Travaglini – perché riteniamo che l’inclusione rappresenti un processo di civiltà, che ha bisogno del lavoro di tutti e in particolare delle Istituzioni. Ci abbiamo creduto molto, insieme ai colleghi sindaci e agli assessori alle politiche sociali dei rispettivi paesi coinvolti che, in particolare, si sono adoperati concretamente per predisporre tutti i documenti utili agli adempimenti richiesti. Ringraziamo l’Assessore regionale alle Politiche Sociali Filomena Calenda, la struttura regionale e la Giunta, che hanno dimostrato grande sensibilità e attenzione a un’iniziativa che contribuirà a favorire in modo determinante i processi di integrazione. Un doveroso ringraziamento, da ultimo, alla dott.ssa Nuozzi, che ha saputo interpretare le potenzialità del nostro territorio coniugandole con le finalità del bando. Riteniamo fondamentale lavorare affinché l’inclusione sociale e l’accessibilità dei luoghi di vita possano essere diritti rispettati e vissuti pienamente da tutti, con l’auspicio che questo progetto possa essere accolto anche dall’Ufficio disabilità della Presidenza del Consiglio dei Ministri”.