La storia di Joseph George Pinelli eroe statunitense

Era di origini molisane. Il padre era nato a Pettoranello in provincia di Isernia

Joseph George PinelliPETTORANELLO DEL MOLISE – Joseph George Pinelli nacque a Trenton, Contea di Mercer, in New Jersey il 15 giugno del 1919. Il padre Giacomo Antonio Pinelli era nato a Pettoranello, oggi provincia di Isernia, il 12 dicembre del 1890 (da Giovanni Angelo e Olimpia Toto). Il padre emigrò, a soli sedici anni, alla ricerca del “sogno americano” e giunse ad “Ellis Island” , nel 1907, sul piroscafo “Cedric”. Giacomo Antonio all’inizio visse e lavorò in Pennsylvania e lì conobbe e sposò l’italo-americana, di origini calabresi, Luisa Broccone. Dal loro matrimonio oltre a Joseph George nacquero Maria Luisa e Albert. Giovanissimo Joseph George conobbe e successivamente sposò Shirley R. Heenan. Dal loro matrimonio nacquero due figli: Joseph George Jr. e Christine.

La vita di Joseph George cambiò quando gli Stati Uniti entrarono, da belligeranti, nella Seconda Guerra Mondiale. Come Sergente fu inquadrato nel HQ Battaglion, 501st, Reggimento Fanteria Paracadutisti, del 101st Airborne Screaming Eagles (unità di fanteria elitrasportata).Durante la Seconda Guerra mondiale la “Airborne Screaming Eagles” partecipò, in particolare, alla battaglia di Normandia (il famoso “D-Day”), all’operazione Market-Garden (operazione militare in Olanda) e all’assedio di Bastogne. Per il suo indomito coraggio, dimostrato in ognuna di queste battaglie, il sergente Josep George Pinelli ricevette: una “Silver Star” (terza più alta decorazione delle forze armate statunitensi per atti d’eroismo); due “Bronze Star” (conferita per meriti acquisiti in zona di guerra) e due “Purple Heart” (decorazione delle forze armate statunitensi assegnata in nome del Presidente).

Ma soprattutto a Joseph George Pinelli andò la ““Distinguished Unit Citacion” una delle più alte onorificenze militari delle forze armate statunitensi conferita per “atti di straordinario eroismo contro il nemico”. Joseph George Pinelli riportò gravi ferite ma, in fine, riuscì a ritornare dai suoi. Un particolare toccante: durante la più recente Guerra in Afganistan un pilota statunitense ritenne di sorvolare le città di Kandahar e Tarin Kownt sventolando, in onore di Joseph George Pinelli, uno stendardo con il nome del soldato molisano. Joseph George Pinelli morì a Seaside Heights , nel New Jersey, il 30 ottobre del 1984.

A cura Geremia Mancini – presidente onorario “ambasciatori della fame”