Tentata estorsione con metodo mafioso, tre arresti in provincia di Campobasso

109

CAMPOBASSO – Concorso in tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. Con queste accuse gli agenti della Squadra Mobile di Campobasso hanno arrestato e condotto in carcere questa mattina due persone domiciliate a Campomarino, mentre una terza di Sant’Elia a Pianisi è agli arresti domiciliari. Vittima di estorsione un imprenditore edile di Campobasso.

Qualche giorno prima di Natale, rende noto la Procura del capoluogo molisano, i due indagati, oggi in carcere, si sono presentati sotto l’abitazione dell’imprenditore, pretendendo, secondo quanto emerso dalle indagini, la corresponsione indebita di denaro. II pretesto della richiesta sarebbe stato ottenere denaro in favore del ‘mandante’ di Sant’Elia a Pianisi, a fronte di asseriti crediti che quest’ultimo avrebbe vantato.

La pretesa iniziale di 7mila euro è poi lievitata a 100mila. L’imprenditore ha trovato il coraggio di rivolgersi alla Polizia e denunciare il fatto consentendo agli agenti della Squadra Mobile, coordinati dalla Procura, di ricostruire la vicenda e individuare le singole responsabilità.