Truffate 90 persone in mezza Italia, un arresto

80

ISERNIA – Arrestato in flagranza un 25enne di Napoli con le accuse di uso indebito di carte di credito e truffa continuata a danno di 90 persone. A operare è stato il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per il Molise, diretto dal Commissario Capo della Polizia Tommaso Vecchio, a seguito di indagini delegate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia, in collaborazione con il Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Napoli.

Altre quattro persone sono state denunciate in concorso. Dalle truffe l’uomo avrebbe tratto un profitto stimato intorno ai 60.000 euro. L’attività di polizia giudiziaria iniziò a settembre 2017 dopo che un molisano segnalò di aver acquistato un computer versando 1.400 euro su una carta Postepay senza mai ricevere la merce. Il 25enne usava carte Postepay intestate a terze persone residente in tutta Italia, poi effettuava i prelievi presso Atm di uffici postali di Napoli e Caserta.

La strategia investigativa del personale della Polizia Postale, concordata con l’Autorità Giudiziaria di Isernia titolare delle indagini, ha consentito di arrestare il giovane in flagranza. Durante la perquisizione personale e domiciliare sono stati trovati mille euro, frutto di due finte vendite appena concluse, alcune sim-card, un personal computer, diverse carte Postepay, uno smartphone. L’Autorità Giudiziaria di Napoli ha convalidato l’arresto, inviando gli atti all’Autorità Giudiziaria di Isernia dove le indagini proseguiranno per materia e competenza territoriale.