Venafro, il sindaco Alfredo Ricci ricorda Giovanni Falcone

47

falcone borsellinoVENAFRO – “Esattamente in questo stesso giorno e a questa stessa ora, nel 1992 sull’autostrada A29, all’altezza dell’uscita di Capaci, venivano assassinati in un vile attentato mafioso il Giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, anche lei magistrato, e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonino Montinaro.

Dopo 28 anni anche quest’anno, pur con le restrizioni vigenti, ricordiamo questi moderni eroi civili, che con il loro sacrificio, e, prima ancora, con la loro vita, hanno unificato un intero Paese attorno ai valori di Legalità, Onore, Stato”. Lo ha riferito in una nota il sindaco di Venafro, Alfredo Ricci.

“Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini” (Giovanni Falcone).