124 anni della Lega Navale Italiana, l’intervento della Pucciarelli

32

pucciarelli lega navale italiana

TORINO – “L’odierna Assemblea Generale dei Soci è appuntamento annuale di grande rilevanza per le dinamiche associative della Lega Navale Italiana, in cui è non a caso coinvolta l’intera struttura – dagli organi direttivi centrali alle strutture periferiche e perfino, in qualità di uditori, i singoli soci eventualmente interessati – con lo scopo di condividere bilanci e problematiche, programmi e obiettivi, indirizzi e ambizioni. Vedo di fronte a me una nutrita partecipazione, genuinamente trasversale, che ben documenta la vostra rappresentativa di oltre 50.000 Soci appartenenti alle 80 basi nautiche ed alle circa 270 sezioni e delegazioni distribuite su tutto il territorio nazionale, anche in regioni come Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige e Umbria” – ha detto il Sottosegretario alla Difesa, Stefania Pucciarelli, nel corso del suo intervento in chiusura della prima giornata di lavori dell’Assembla Generale dei Soci della Lega Navale Italiana in svolgimento a Torino, dal 22 al 23 ottobre, presso la storica sede del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito.

“Da 124 anni la Lega Navale Italiana è impegnata nel diffondere alla popolazione italiana, soprattutto tra i giovani, l’amore per il mare e le tematiche connesse e l’aver scelto il Capoluogo Piemontese per tracciare un bilancio dell’attività svolta e approvare le linee programmatiche del futuro significa testimoniare in concreto che il ruolo vitale della dimensione marittima non riguarda solo le nostre località costiere, ma coinvolge e chiama in causa l’intera nazione. Rivolgo, pertanto, un sentito ringraziamento a questa dinamica realtà del preziosissimo panorama associazionistico nazionale che è la Lega Navale, per l’opera di promozione di una ‘consapevolezza informata’ sull’importanza degli specchi acquei del Pianeta. Presidente Marzano, organi direttivi e soci tutti della Lega Navale, con la vostra passione, incondizionata disponibilità, spinta propulsiva e spirito innovativo che caratterizzano il vostro pensiero e la vostra azione contribuite a costruire, rafforzare e promuovere quella ‘cultura marinara e marittima’ di cui l’Italia ha tanto bisogno. Nel corso del mio mandato – ha proseguito Pucciarelli – ho avuto il piacere di apprezzare i molteplici e interessanti progetti che la Lega Navale sviluppa in tutta Italia. Iniziative promozionali, culturali, sociali, sportive, ambientalistiche e naturalistiche il cui pregio è l’essere aperte a tutti, senza limiti di età e con particolare riguardo al tema della disabilità”.

Nel descrivere come i ‘filoni operativi’ della Lega Navale oggetto di crescenti attenzioni siano proprio la ‘nautica solidale’ e l’impegno nella tutela ambientale, Pucciarelli ha emblematicamente ricordato la sua uscita in mare del giugno scorso a La Spezia col Presidente Marzano e alcuni atleti del Gruppo Sportivo Paralimpico Difesa nell’ambito della ‘Scuola di Vela per diversamente abili’, frutto delle consolidate sinergie con la Marina Militare, il Campionato Mondiale 2021 della vela paralimpica Hansa che la Lega Navale ha portato a Palermo dal 2 al 9 ottobre e la convenzione siglata a giugno dal Presidente Marzano col Direttore Generale ISPRA sul monitoraggio ambientale per ampliare conoscenza e tutela degli ambienti marini, lacustri e fluviali.

“Il mare è una fondamentale risorsa strategica, fonte di sviluppo e di coesione sociale nonché inestimabile patrimonio ambientale, che va difesa e tutelata. La Difesa, che ne è consapevole, c’è e resterà sempre al fianco di chi vorrà concorrere a far conoscere, vivere e rispettare il mare quale risorsa fondamentale per la sostenibilità economica, sociale e ambientale, non solo dell’Italia” – ha concluso il Sottosegretario.