Bianco e nero nell’armocromia, il parere di Fiorenza Lacerenza

75

TERMOLI – Torniamo a occuparci di armocromia, interessante disciplina che studia il sottotono della pelle, il colore dei capelli naturali e il colore degli occhi. Da lì, poi, si determinano i colori che starebbero meglio su una ragazza sia per quanto riguarda il make up che per l’abbigliamento. La giovane make up artist termolese Fiorenza Lacerenza, 28 anni, è un’esperta anche di questa tematica, di cui ora parliamo nuovamente per approfondire il discorso sul bianco e sul nero.

“Sia il bianco che il nero non sono considerati colori nell’armocromia”, spiega Fiorenza. “Secondo l’armocromia il bianco è l’assenza di colore, mentre il nero è l’opposto, essendo l’unione di tutti i colori esistenti. Perciò, stando agli antipodi, bianco e nero non vengono considerati colori. Io però non condivido completamente questa impostazione, tanto che amo altresì vestire di bianco o di nero e ritengo che, anche a livello estetico, siano due colori molto validi”.

L’abito bianco è da sempre un simbolo di purezza, mentre il nero rimanda alla tenebrosità e al mistero, nonché all’eleganza: “Sicuramente”, risponde Fiorenza Lacerenza. “È ovvio che io faccio questo discorso non per quanto riguarda la scienza in sé. Lì ci sono studi e persone più competenti di me, quindi non ritengo opportuno toccare, appunto, l’aspetto scientifico. Ma nel quotidiano io considero il bianco e il nero colori a tutti gli effetti. Ritengo che questa sia una valutazione importante anche dal mio punto di vista di make up artist, compresi i trattamenti che posso riservare alle altre persone”.