Di Matteo nel cda di Unaprol, la soddisfazione di Coldiretti Molise

49

CAMPOBASSO – “È per me un onore e un onere rappresentare gran parte della filiera olivicola del Molise in un palcoscenico così importante come quello di Unaprol. Naturalmente, il mio impegno sarà massimo per portare esperienze ed esigenze del sistema agroalimentare molisano in questo organismo, con l’obiettivo più ampio di affrontare al meglio i problemi nazionali e regionali del sistema olivicolo”.

A parlare è Giovanni Di Matteo, Presidente della O.P. Oleificio Cooperativo di San Martino in Pensilis, entrato di recente nel Consiglio di Amministrazione dell’Unaprol, Consorzio Olivicolo Nazionale. Una nomina salutata con soddisfazione da Coldiretti Molise che sottolinea l’importanza del Consorzio nel panorama nazionale rappresentando oltre 160 mila imprese associate nel Paese, articolate in organizzazioni economiche territoriali. Il neo consigliere UNAPROL, titolare dell’omonima azienda agricola e vitivinicola, resterà in carica nel CdA per i prossimi 3 anni.

Tra gli obiettivi che si vorrebbero raggiungere, secondo Di Matteo, c’è anche quello di guardare al mondo oleario “con maggiore lungimiranza rispetto al passato, superare la frammentazione delle aziende, comprendere quali siano le nuove sfide da affrontare, organizzare a livello produttivo le filiere al fine di fronteggiare la complessità dei fenomeni climatici e dei mercati: l’imperativo è quello di fare rete!”. Partendo da tale assunto il direttore della Coldiretti Molise, Aniello Ascolese, sottolinea come l’obiettivo che ci si deve porre è quello di consolidare l’eccellenza produttiva molisana sul palcoscenico nazionale.

In proposito Coldiretti Molise evidenzia come uno strumento fondamentale sia rappresentato dalla recente costituzione del Distretto Olio Evo Molisano, fortemente voluto da tutte le Organizzazioni Agricole, e dalle stesse Istituzioni regionali; esso, infatti, può sicuramente creare le condizioni per affrontare in modo coeso i mercati e le sfide della nuova produzione mettendo da parte i personalismi e andando nell’ottica del lavoro comune.

Nel settore olivicolo e oleario, continua Coldiretti, il Molise esprime importanti realtà con aziende che stanno entrando con sempre maggiore forza sui mercati nazionali e non solo. “Siamo convinti – afferma il direttore Ascolese – che grazie al suo personale impegno, Di Matteo, come già sta facendo con l’O.P. Oleificio Cooperativo di San Martino, potrà contribuire ad accrescere le potenzialità del nostro comparto”.