Eventi in Molise di oggi, 3 marzo 2021: gli appuntamenti online

59

libro

Massimo Serra e Guido Catalano presentano i loro ultimi libri; si parla anche delle molteplici caratteristiche della fotografia

REGIONE – Mercoledì 3 marzo 2021 nuova giornata di eventi in Molise, andiamo a vedere i principali e quelli dei prossimi giorni nella rubrica di Molisenews24.it. Nella prima parte parleremo degli appuntamenti principali del giorno quindi un’anticipazione di quelli dei prossimi giorni. Il Molise da oggi é zona rossa. Considerati la chiusura di musei e spazi culturali e il divieto di organizzare eventi in presenza, abbiamo selezionato per voi 6 appuntamenti online, a cui accedere direttamente da casa con un semplice click e in totale sicurezza.

Prosegue Milano MuseoCity, l’iniziativa, alla sua quinta edizione, promossa e coordinata dal Comune di Milano | Cultura e realizzata in collaborazione con l’Associazione MuseoCity. Sul sito https://www.museocity.it/ é dedicata ad oltre 85 musei, protagonisti di incontri, mostre ed eventi, tutti accomunati dal tema I Musei curano la città.

Dalle 17 alle 19, sarà possibile ascoltare la storia di una delle opere esposte nella mostra True Fictions. Fotografia visionaria dagli anni ‘70 ad oggi. Come? Al telefono, come faceva il celebre personaggio di Gianni Rodari, raccontando ogni sera le favole a sua figlia lontana. Dopo aver scelto nella galleria la fotografia da ascoltare collegandosi al link (https://www.palazzomagnani.it/opere-al-telefono/). Risponderà lo staff della Fondazione Palazzo Magnani che racconterà tutto e anche di più sull’opera.

Prende il via il nuovo format primaverile a cadenza settimanale ideato da Rete Fotografia per creare nuove occasioni di valorizzazione della cultura fotografica e di condivisione e apertura al pubblico. Il programma di incontri in streaming Una rete in viaggio. Storie, idee, progetti vede in dialogo i soci di Rete Fotografia sui temi che più li caratterizzano, a partire dalle proprie esperienze, da progettualità comuni e propositi futuri. Da marzo ad aprile, ogni mercoledì alle 18, due mesi di approfondimenti sulla fotografia come linguaggio per rappresentare e documentare l’arte, il paesaggio, l’architettura e la scienza, ma anche come strumento dalle forti funzioni educative e politico-sociali; saranno inoltre oggetto di riflessione le professioni del fotografo, la committenza d’impresa e gli archivi privati. La possibilità per il pubblico di interagire con domande e osservazioni in diretta darà alla conversazione con gli enti di Rete Fotografia un valore aggiunto. Il tema di oggi é “Fotografi in archivio, Committenza d’impresa”, in collaborazione con Archivio Storico Intesa Sanpaolo, Fondazione AEM, Fondazione Dalmine.

La parte più difficile di un trasloco è scegliere cosa tenere e cosa lasciare. Attilio Campi, il protagonista dell’ultimo libro di Michele Serra, “Le cose che bruciano” (Giangiacomo Feltrinelli Editore) fatica a lasciar andare il passato, e accumula oggetti nei quali sono racchiusi legami e ricordi. Alle 18, nell’incontro live streaming su https://www.facebook.com/falacosagiusta, si chiederà all’autore quali parole abbiamo bisogno per il futuro, quali cambieranno significato e quali dobbiamo abbandonare.

Alle 18 sulla pagina Facebok Librerie.coop (Ambasciatori) Guido Catalano presenterà il suo nuovo libro “Fiabe per adulti consenzienti”  (Rizzoli). “C’era una volta un poeta che era chiuso in casa da molti, moltissimi giorni, che poi divennero settimane, che poi divennero mesi, perché era vietato uscire di casa. Era molto triste e siccome si annoiava un sacco, pensò di ingannare la noia scrivendo. Poesie? Chiederete voi bambini. No, fiabe”.

Alle 20.30 appuntamento con la musica classica in live streaming sul canale YouTube dell’Orchestra Senzaspine. Il Quintetto Emera (Francesco Checchini, flauto, Anna Sorgentone, oboe; Emilio Checchini, clarinetto; Tommaso Bemporad, corno; Riccardo Rinaldi, fagotto) proporrà musiche di Ottorino Respighi, Franz Danzi e Jacques Ibert).

PROSSIMI EVENTI

Il 4 marzo é l’anniversario della nascita di Lucio Dalla. In una notte di 42 anni fa l’artista si trovava a Berlino e in una mezz’ora, in silenzio di fronte al muro, scrisse il testo della canzone Futura, la storia di due amanti, uno di Berlino Est, l’altro di Berlino Ovest che progettano di fare una figlia che si chiamerà Futura. Chissà se domani potremo ancora contare le onde del mare, si chiede Lucio. Forse la risposta dipende solo da come viviamo il nostro presente. Partendo da questa intuizione un gruppo di giovani amici degli Incontri Esistenziali hanno elaborato un progetto dal titolo Back to Futura. L’incontro sarà trasmesso alle ore 21.00 sul canale YouTube di Incontri Esistenziali.