Festività della Madonna di Costantinopoli domani a Pietracatella

73

Tomassone: “l’elevazione di questa Chiesa a santuario ci rende maggiormente partecipi di questo nuovo cammino che la nostra comunità vive oggi”

Madonna di Costantinopoli PietracatellaPIETRACATELLA – L’Arcivescovo Bregantini ha annunciato iter per istituzione del Santuario diocesano per le vittime sul lavoro presso la Chiesa di Pietracatella. Si svolgeranno domani 25 maggio i festeggiamenti in onore della Madonna di Costantinopoli, detta ‘della ricotta’. Alle ore 7.30, 9.30 e 11 le Sante Messe presiedute dal parroco Don Stefano Fracassi, alla presenza delle autorità locali. Festa ancora in formato ridotto per via delle limitazioni previste per la pandemia. Intanto nei giorni di sabato e domenica sono stati distribuiti ricotta e formaggio, quest’anno prodotti dal Caseificio locale di Pietracatella.

Domenica 23 maggio l’Arcivescovo Bregantini ha presieduto al rito della Castellana – trono ligneo dove si innalza la statua – ed ha annunciato che la Chiesa di S. Maria di Constantinopoli sarà innalzata a Santuario Diocesano per le vittime sul lavoro. In ricordo del tragico evento del 25 luglio 2015. “La Chiesa di S. Maria di Costantinopoli di Pietracatella sarà luogo di preghiera come Santuario Diocesano per le vittime sul lavoro – l’annuncio di S. E. Bregantini – In ricordo di Giuseppe, che perse la vita in questa Chiesa, e di tutti i lavoratori, affinché una maggior sensibilità verso il problema porti ad una miglior difesa della vita e del lavoro stesso”.

Un annuncio accolto con grande gioia da tutta la Comunità, dalla Parrocchia e dalla Confraternita che si attiverà fattivamente per la realizzazione di questo progetto.

Presente anche il Sindaco Antonio Tomassone che ha ringraziato l’arcivescovo per la bella notizia. “Pietracatella ha da sempre rivolto uno sguardo particolare alla Madonna di Costantinopoli, l’elevazione di questa Chiesa a santuario ci rende maggiormente partecipi di questo nuovo cammino che la nostra comunità vive oggi, un altro tassello di una lunga storia radicata nel cuore di tutti i pietracatellesi”.

L’antico rito in onore della Vergine di Costantinopoli ha sempre portato in paese tantissimi fedeli, anche i migranti. La particolare denominazione deriva dal fatto che in passato, per la ricorrenza, il popolo beneficiava di una ripartizione gratuita di formaggio. Da oltre duecento anni la comunità di Pietracatella celebra, nel primo martedì dopo la Pentecoste, la Festa della Madonna di Costantinopoli, conosciuta anche come la festa della Madonna della ricotta e dell’addiaccio.