Toma su Giornata nazionale della legalità 2020 e flash mob

26

Falcone e Borsellino

REGIONE – «La mafia, 28 anni fa, a Capaci, uccideva Giovanni Falcone, la moglie, Francesca Morvillo, e tre uomini della scorta, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. Ricordare è fondamentale per rafforzare la nostra azione quotidiana di contrasto alla mafia e a ogni forma di illegalità.

Oggi, alle 17:57, su proposta di Maria Falcone, sorella dell’eroe magistrato, ci sarà  un flash mob in tutt’Italia, un minuto di silenzio per ricordare Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e tutte le vittime della mafia, ma anche per dedicare la Giornata a quanti si sono impegnati, e continuano farlo, nella gestione dell’emergenza sanitaria. La Regione Molise aderisce all’iniziativa. Partecipiamo tutti». 

Così il presidente della Regione Molise, Donato Toma, sulla Giornata nazionale della legalità 2020.