Mostra di Trivisonno, inaugurato a Campobasso “Il segno e il colore”

Cotugno: “Circa duecento opere in mostra, a vent’anni di distanza dall’ultima di Trivisonno, un patrimonio enorme acquistato dalla Regione e che ora viene restituito ai molisani

Trivisonno taglio nastroCAMPOBASSO – Riprende il percorso delle Grandi Mostre in Molise. Inaugurazione in grande stile per le opere di Amedeo Trivisonno, negli spazi espositivi della Gil, in via Gorizia. Il taglio del nastro, nella foto, è stato affidato all’Assessore regionale alla Cultura Vincenzo Cotugno, alla Presidente della Fondazione Molise Cultura, Antonella Presutti e a Nella Rescigno di Muse, Molise spazi in rete.

“É una giornata di grande importanza – ha sottolineato l’Assessore Cotugno – circa duecento opere sono in mostra, a vent’anni di distanza dall’ultima mostra di Trivisonno, un patrimonio enorme acquistato dalla Regione e che ora viene restituito ai molisani, siamo davvero molto emozionati e l’obiettivo, di fronte a tanta bellezza, è quello di far conoscere e diffondere l’illustre artista molisano e, quindi, pensiamo ad una mostra itinerante affinché la Cultura, insieme al Turismo rappresentino i pilastri fondamentali di sviluppo per la nostra Regione”.

“Accanto alla straordinaria bellezza delle opere di Trivisonno in mostra, ha spiegato la Presidente Presutti – c’è l’innovazione, ci sono i supporti multimediali e, tutto il gruppo di lavoro, è bene sottolinearlo, è costituito da professionisti molisani, le nostre eccellenze molisane”.

Nella Rescigno ha spiegato nel dettaglio tecnico le opere. Tutte le opere esposte sono cicli realizzati esclusivamente in Molise: “L’artista parte dall’idea, ci sono gli studi intensi e dettagliati nella mostra per arrivare all’opera finita. Ci sono i magnifici disegni preparatori del celebre franchista molisano che rivedono la luce grazie all’allestimento ricercato e alle esperienze multimediali immersive. I supporti innovativi consentono al visitatore di vedere in maniera interattiva e da vicino le opere di Trivisonno nelle diverse chiese molisane attraverso una operazione di digitalizzazione del patrimonio culturale di vitale importanza per la nostra Regione. Rappresenta anche una attività di riscoperta del patrimonio molisano, a volte sconosciuto”.

ORARI MOSTRA

La mostra rimarrà aperta fino al 6 gennaio 2019 con questi orari: martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00; venerdì e sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 21.00, domenica e festivi dalle ore 17.00 alle ore 21.00, lunedì chiuso.