Patti Smith incanta Isernia [FOTO]

43
Patti Smith a Isernia – foto Sabrina Lallitto

ISERNIA – Patti Smith ha incantato l’Auditorium Unità d’Italia di Isernia, dove ha fatto tappa ieri sera nell’ambito del suo tour italiano. Ed è stato un concerto magico. Appunti vocali, parole, istantanee, ballate dalla coda psichedelica. La Sacerdotessa del Rock sa regalare una performance carica di energia e significato. Un live che accompagna la pubblicazione del libro ‘A Book of Days’ (Bompiani), diario di viaggio che raccoglie parole e fotografie di un anno speciale e insieme come tanti. Più di 365 scatti, spaziando dal vecchio archivio di polaroid alle foto rubate con lo smartphone, per tracciare la singolare estetica dell’autrice.

Altrettanto singolare è la performance con l’artista al centro tra Tony Shanahan (tastiere, stomp, chitarre e basso) e il figlio Jackson Smith, in un set elettroacustico che lascia spasso a Telecaster e pedialiere. Si parte con ‘Grateful’, una delle “opener” predilette, prima di ‘My Blakean’ Year dedicata a William Blake e ‘Ghost Dance’.  Non è mancata una dedica a Tom Verlaine (scomparso lo scorso gennaio) con la sua “Guiding Light”. L’omaggio a Bob Dylan si gioca invece su ‘One Too Many Morning’, mentre ‘Work’ si propone come un tributo a Charlotte Day Wilson.

La chiusura è un crescendo, con ‘Nine’, ‘Dancing Barefoot’ e ‘Beneath the Southern Cross’. Poi arrivano ‘Peaceable Kingdom’ e ‘People Have the Power’, ‘Pissing in the River’, ‘Because the Night’ e ‘Gloria’, suonate sull’onda dell’entusiasmo del pubblico che, accorso infine sotto al palco, ha dimostrato di apprezzare davvero tantissimo questa esibizione. Una serata straordinaria per il Molise, già entrata nella storia.

Patti Smith a Isernia – foto Sabrina Lallitto