Il pittore molisano Antonio Corbo partecipa al Premio “Vittorio Sgarbi”

47

eruzione

Il pittore campobassano esporrà a Ferrara dopo il successo della Triennale di Roma e il conseguimento del Premio Internazionale “Città di New York”

CAMPOBASSO – Un calendario ricco di eventi, quello che vede protagonista il molisano Antonio Corbo, nome fra i più apprezzati sulla scena artistica internazionale. Personalmente selezionato dal critico d’arte Vittorio Sgarbi, il pittore campobassano sarà presente, dal 29 ottobre al 1 novembre, al Centro Fieristico e Congressuale di Ferrara, nell’ambito del Premio che porta il nome del suo ideatore. Eruzione (smalto, 70 x 70 cm) è l’opera scelta per l’esposizione, che rappresenta solo una parte del più ampio progetto culturale portato avanti dal critico ferrarese. Oltre alla mostra, infatti, sono stati pubblicati sei volumi (a cadenza mensile), contenenti ciascuno le opere degli artisti selezionati per il Premio; ognuno di loro ha avuto, infatti, la possibilità di presentare al comitato critico sei opere, ciascuna delle quali è stata pubblicata su una pagina della collana ufficiale della manifestazione, contenente, in apertura di ogni volume, un testo critico di Vittorio Sgarbi.

La partecipazione al Premio “Sgarbi” giunge a margine di altri due appuntamenti molto importanti di quest’anno: la presenza di Corbo alla “Triennale di Arti Visive” di Roma e il conseguimento del Premio Internazionale “Città di New York”; la prima, lo scorso giugno, nella splendida cornice di Palazzo Borghese, dove Antonio Corbo si è distinto agli occhi della critica con l’opera Materia Interstellare. Il secondo, dopo vari rinvii a causa del Covid, è stato assegnato al Maestro molisano lo scorso 3 settembre, presso la Galleria “White Space Chelsea”, nell’ambito di una mostra fruibile sia in presenza che virtualmente.

Un anno, quello che si appresta a terminare, che Antonio Corbo chiuderà sicuramente “in bellezza” prendendo parte ad una delle manifestazioni più attese a livello planetario: l’EXPO di Dubai. Un evento sul quale c’è davvero poco da chiarire in termini di importanza e al quale il Maestro campobassano parteciperà, su invito, dall’11 al 17 novembre, presso la “International Studio of Art and Galleries”; la mostra, organizzata da “Accorsi Arte” di Torino (presente con una galleria anche a Venezia) accoglierà due opere di Corbo, Grotta e Betulle, entrambe di grandi dimensioni e realizzate, rispettivamente, in smalto e acrilico.

Nonostante i molti inviti ricevuti a livello internazionale e, dunque, le tante presenze in mostre programmate per il nuovo anno, Antonio Corbo non rinuncia al desiderio, mai sopito, di condividere con i molisani gli esiti della sua ricerca artistica. Nella primavera 2022, infatti, è prevista una grande mostra antologica proprio a Campobasso, negli spazi della Fondazione Molise Cultura, incentrata sugli sviluppi maturati negli ultimi venti anni di attività. Un evento in costruzione che vedrà, fra le altre cose, l’intervento di critici d’arte distintisi a livello internazionale con i quali si sconfinerà in attività parallele alla mostra, dedicate all’approfondimento culturale.