Poste Molise, assunzioni a tempo pieno: 15 contratti da inizio 2022

60

vitullo carovilli

Entro marzo altre 15 assunzioni a tempo pieno nel settore recapito. Le esperienze di due giovani termolesi assunti come consulenti finanziari

CAMPOBASSO – Prosegue l’impegno di Poste Italiane nel creare nuove e più stabili opportunità di lavoro nel nostro Paese, anche in un periodo segnato dall’emergenza sanitaria ed economica. In Molise, in questa prima parte del 2022, sono state già 15 le trasformazioni dei contratti da part-time a full-time negli uffici postali, di cui 9 nella provincia di Campobasso e 6 nella provincia di Isernia.

Inoltre, in continuità con gli interventi definiti per il triennio 2018-2020 con l’Accordo sindacale del 13 giugno 2018 e le successive intese in materia, ed in particolare con l’Accordo sindacale del 3 agosto 2021, entro il mese di marzo saranno realizzate ulteriori 15 assunzioni full time nel settore recapito (9 nella provincia di Campobasso e 6 nella provincia di Isernia).

Nell’ambito delle politiche attive, l’Azienda continua pertanto a realizzare nuove assunzioni dal mercato esterno. Tra le più recenti, ci sono quelle due giovani termolesi, entrati in Poste con contratto a tempo indeterminato come consulenti finanziari: Giuseppe Soriano e Gianluca Vitullo.

Ventisei anni da compiere, dopo il conseguimento della laurea triennale in Economia e Commercio all’Università “Gabriele D’Annunzio” a Pescara, Giuseppe Soriano si è specializzato all’Università di Roma “Tor Vergata” con una magistrale in “Economia dei mercati e intermediari finanziari”. Prima di entrare in Poste Italiane, un’esperienza in banca con un contratto di somministrazione. Da dicembre lavora nell’ufficio postale centrale di Termoli (corso Mario Milano) come consulente finanziario: “Sono stato subito inserito – racconta – nel programma “Training on the job”, un metodo di formazione che consente l’inserimento dei neoassunti attraverso una “full immersion sul campo”. Accanto a questa, una formazione continua anche mediante i corsi in modalità e-learning che l’azienda mette a disposizione dei dipendenti”. Sul suo lavoro: “Mi piace molto, in questi primi mesi ho imparato molto dai colleghi, soprattutto nell’approccio con i clienti. Credo che la forza di Poste Italiane sia proprio nella relazione con le persone e nella capillarità sul territorio: siamo ovunque, anche nei paesi più piccoli”.

Anche Gianluca Vitullo, ventisei anni appena compiuti, è stato assunto come specialista di sala consulenza. Laureato in Economia e Commercio all’Università “Gabriele D’Annunzio” di Pescara, attualmente lavora come consulente finanziario nell’ufficio postale di Carovilli. “Sono molto entusiasta – dice – di questo lavoro e di questa azienda, che valorizza i giovani attraverso percorsi mirati e in linea con gli studi e le competenze di ciascuno. Dopo un primo periodo di affiancamento adesso lavoro in autonomia. A Carovilli ho trovato subito una grande accoglienza da parte dei colleghi e dei clienti, c’è molta fiducia in Poste Italiane che in queste piccole realtà è una vera e propria istituzione”.

Le politiche attive concordate con le Organizzazioni Sindacali contribuiscono a realizzare in modo efficace le strategie delineate nel piano industriale “2024 Sustain & Innovate”, in particolare per quanto riguarda la nuova organizzazione del recapito, con l’obiettivo di trasformazione da operatore incentrato sulla corrispondenza tradizionale a primario player del crescente mercato dei pacchi e leader nel segmento B2C.