“Regine”, Nadia Verdile presenta il libro a Venafro

Il 7 giugno alla Palazzina Liberty ultimo appuntamento della rassegna “I libri del venerdì” organizzata da “Città Nuova”

nadia verdile regine 7 giugno 2019VENAFRO – Venerdì 7 giugno con la presentazione del volume “Regine. Spose bambine, eroine e sante dall’Europa alla corte di Napoli” di Nadia Verdile, si conclude la rassegna “I libri del venerdì” organizzata a Venafro da “Città Nuova” nell’ambito della manifestazione nazionale “Il maggio dei libri”.

Come i sei precedenti eventi, anche questo conclusivo si terrà nella Palazzina Liberty a partire dalle ore 18. “Regine” ha vinto il Premio Letterario Mino De Blasio come migliore opera saggio. “Regine. Spose bambine, eroine e sante dall’Europa alla corte di Napoli” è il primo libro che racconta, tutte insieme, le dieci regine, o aspiranti tali, che hanno vissuto nel Regno di Napoli, diventato poi Regno delle Due Sicilie, durante l’era borbonica.

Da Maria Amalia di Sassonia a Maria Sofia di Baviera, passando per Maria Carolina, Lucia Migliaccio, Julie Clary, Carolina Bonaparte, Maria Clementina d’Asburgo, Maria Isabella di Borbone, Maria Cristina di Savoia, Maria Teresa d’Asburgo Teschen. Dieci donne, dieci protagoniste della storia di quello che è stato a lungo il Regno più importante d’Italia. Il libro consente, grazie al meticoloso lavoro di ricerca dell’autrice di conoscere da vicino le dieci donne che hanno vissuto e governato nel periodo borbonico, molte delle quali sono sconosciute. Rigore scientifico ma narrazione accattivante per diventare un viaggio nella vita di queste dieci donne.

L’autrice, Nadia Verdile, di origini molisane, vive e lavora in Campania. Docente di Italiano e Storia nella scuola superiore, collabora con la Fondazione Valerio per la Storia delle Donne e con la Colorado State University per il progetto Female Biography Project. Membro della S.I.S. – Società Italiana delle Storiche e della SISEM – Società Italiana Storia dell’Età Moderna. Giornalista pubblicista, lavora per «Il Mattino». Ha al suo attivo numerose pubblicazioni molte delle quali sono dedicate a figure femminili.