Secondo incontro del seminario Donne e Denaro: ecco come è andata

7

seminario donne denaro

CAMPOBASSO – Il maltempo non ha fermato i relatori e le donne che sono intervenute al secondo incontro del seminario Donne e Denaro. Gli incontri rientrano tra le attività del progetto “Io valgo”, ideato e gestito dall’associazione Liberaluna Onlus, finanziato dalla Regione Molise con l’Avviso pubblico per il sostegno di progetti di rilevanza locale promossi da organizzazioni di volontariato e da associazioni di promozione sociale, ai sensi dellart.72 del D.LGS. N. 117/2017- codice Terzo Settore.

Mentre fiocchi di neve cadevano sulla città di Campobasso, presso la sala conferenze della CISL Abruzzo Molise la Responsabile del Centro Antiviolenza Liberaluna, apriva l’evento ringraziando la segretaria CISL Abruzzo Molise Maria Pallotta, presente tra il pubblico per poi entrare nel vivo della tematica. La violenza economica si può prevenire ed è importante rendersi autonome e consapevoli nel gestire anche piccoli budget attraverso strategie gestionali e di risparmio.

“Perché è importante imparare a gestire il proprio denaro? Per affrontare i problemi che si presentano facendoci sentire più sicure, più tranquille e preparate anche agli imprevisti”.

I dati riportati dalla dr.ssa La Selva fotografano le donne italiane come ottime risparmiatrici, ma scarse investitrici. A seguire il dott. Andrea Libertone consulente Google Ads e il dott. Andrea Zita, con la praticità degli esempi e di dimostrazioni audiovisive, hanno offerto strumenti utili di analisi al fine di evitare di imbattersi in possibili truffe o pubblicità ingannevoli. Inoltre hanno offerto indicazioni sulle modalità sicure dei pagamenti online. In chiusura era previsto un work shop guidato dalla dr.ssa Emanuela Tersa Galasso, psicologa del CAV Liberaluna, che a causa del protrarsi del dibattito scaturito dalle domande ed approfondimenti sulle tematiche trattate e la persistente perturbazione meteo che avrebbe impedito il rientro di alcuni, è stato rimandato. Ripartiremo da qui al prossimo incontro che si terrà il 30 gennaio.