Stand molisano al Salone internazionale delle vacanze “I Viaggiatori”

16

aast lugano

Al Molise, inoltre, è andato il “Swiss Tourism Awards” del Salone Internazionale delle vacanze “I Viaggiatori” di Lugano

LUGANO – Gran lavoro per l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo che è presente in Italia e in Europa ad una serie di eventi di primo piano dedicati al Turismo. Questa mattina, alle 10.30, si è aperto il Salone internazionale delle vacanze “I Viaggiatori” di Lugano e lo stand molisano ha suscitato da subito molta curiosità ed interesse. Al Molise è stato attribuito il “Swiss Tourism Awards”, il prestigioso riconoscimento assegnato alle destinazioni che, con il loro impegno, testimoniano l’eccellenza in differenti segmenti dell’industria del turismo. Il premio, nato con l’obiettivo di far scoprire destinazioni con forte vocazione turistica, celebra le località che promuovono nuove forme di turismo sostenibile e alternativo valorizzando le proprie tradizioni in armonia con il territorio.

Lo spazio espositivo molisano, di forte impatto visivo e caratterizzato da gigantografie, ha messo in evidenza il territorio con le specialità eno-gastronomiche ma anche le tradizioni. Molta curiosità attorno alle località turistiche sia del litorale che della montagna con i borghi e i percorsi interni.

La Regione Molise con l’Assessorato regionale al Turismo e l’Aast con il distretto “Molise Orientale” sono presenti agli Stati Generali del Turismo nazionale a Chianciano per elaborare il Piano Strategico 2023-2027.

L’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo sta partecipando, ancora, alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum, inaugurata il 27 ottobre scorso, e proseguirà fino a domani 30 ottobre. Lo stand del Molise ha ottenuto grandi consensi tra i visitatori.

Sempre l’Aast, con un suo rappresentante, ha preso parte a Bruxelles all’incontro dedicato ai progetti Interreg insieme ad altri partner europei. L’Azienda è al lavoro in diversi programmi transfrontalieri ed è intenzionata a proseguire con l’attività intrapresa tesa a valorizzare la portualità sull’Adriatico coinvolgendo le realtà territoriali locali.