Venafro, processione Santi Martiri a rischio: proposte per celebrare il rito

77

santi martiri

A Venafro si cerca una soluzione per lo svolgimento della Processione dei Santi Martiri, in programma il 17 maggio. Nato un comitato ad hoc

VENAFRO – A Campobasso è stato già annunciato ed ufficializzato l’annullamento dei Misteri, in programma a metà giugno. A Venafro, però, si spera ancora che non siano annullate le celebrazioni, specialmente quelle religiose. Proprio per questo è nato un comitato ad hoc per l’occasione “Processione dei Santi Martiri”. I promotori si stanno battendo affinché la statua di San Nicandro, come ogni anno, il 17 maggio esca in processione dalla Chiesa dell’Annunziata.

Comitato festa, Pro loco ed amministrazione comunale stanno cercando un modo per celebrare il rito, nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Coronavirus e di ordine pubblico. Il comitato è disposto a qualsiasi soluzione, purché processione sia.

Addirittura é stata creata una apposita pagina Facebook (Comitato Processione dei Santi Martiri) dove tutti possono lanciare la propria proposta. C’é chi ha pensato ad una statua portata in processione su un mezzo a motore, chi con i fedeli nel ruolo di spettatori, balconi. L’ipotesi più fattibile resta comunque quella di svolgere il rito con la partecipazione dei cittadini, all’esterno della Chiesa, in strada, all’esterno.

“Informiamo il popolo Venafrano che dopo aver appreso da fonti attendibili, che ci sono forti dubbi sullo svolgimento delle processioni dei nostri Santi Martiri Nicandro Marciano e Daria -si legge nel post- abbiamo ritenuto opportuno costituire un comitato spontaneo per cercare di mediare con le istituzioni affinché si trovi un accordo sullo svolgimento delle manifestazioni religiose . Siamo consapevoli del momento delicato che stà vivendo il mondo intero, questa pandemia ha fortemente condizionato le nostre abitudini i nostri stili di vita, ma riteniamo indispensabile che questa tradizione religiosa a cui la comunità Venafrana è molto legata da secoli non venga soppressa. La storia ci insegna che proprio nei momenti difficili nei momenti di sconforto il popolo Venafrano si è stretto intorno ai loro Patroni invocando la loro protezione ritrovando forza e vigore. Per questo riteniamo indispensabile lo svolgimento delle tradizioni religiose. Visto l’esiguo tempo rimasto a disposizione abbiamo voluto utilizzare come mezzo di comunicazione veloce e diretto, il canale Facebook, a breve vi informeremo delle nostre iniziative, delle proposte che intendiamo portare agli organi competenti, siamo consapevoli che le nostre idee non soddisferanno tutta la nostra comunità , e che per questo saremo oggetti di critiche e contestazioni, ma in questo momento la nostra priorità è trovare una soluzione pratica veloce ma soprattutto realizzabile. Confidiamo nell’ appoggio di tutto il popolo Venafrano a breve vi daremo informazioni. W I Santi Martiri Nicandro Marciano e Daria”.