Caso Regeni, incontro oggi alla BiblioMediaTeca di Campobasso

Manifesto Giulio Regeni

CAMPOBASSO – Lunedì 3 febbraio ricorrerà il quarto anniversario della tragica morte di Giulio Regeni e del ritrovamento del suo corpo martoriato. Giulio Regeni, scomparso improvvisamente il 25 gennaio 2016, era un ricercatore universitario, dottorando italiano a Cambridge che si era trasferito in Egitto per proseguire la sua esperienza di studio e ricerca.

L’Amministrazione Comunale di Campobasso insieme ai rappresentanti locali di Amnesty International, hanno deciso di tenere alta l’attenzione su una vicenda ancora oscura, organizzando per lunedì 3 febbraio alle ore 15.30, presso la sala della BiblioMediaTeca Comunale nella Casa della Scuola di via Roma, un momento d’incontro con stampa e cittadini, durante il quale verrà esposto dal balcone principale dell’edificio posto nel centro città, un messaggio che chiede giustizia e verità per Giulio Regeni.

All’incontro saranno presenti, oltre al sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, anche Maria Luisa Cavallo, Vice-Responsabile della Circoscrizione Amnesty International Abruzzo-Molise e Francesco De Ritis, Responsabile del Gruppo Amnesty International di Campobasso n. 241.