L’archivio personale di Lello Lombardi accolto in quello dello Stato

archivio centrale stato

Grande soddisfazione, anche nel Molise, per l’ulteriore valorizzazione dell’archivio personale di Lello Lombardi che, già nel 2016, la Soprintendenza Archivistica dell’Abruzzo e del Molise lo aveva dichiarato “di interesse storico particolarmente importante” e nel 2018 anche il Ministero dei Beni Culturali lo ha selezionato tra quelli di notevole interesse, approvando il progetto di riordino e inventariazione, attualmente in corso sotto il coordinamento della Soprintendenza Archivistica del Lazio.

Ora, in questa fase, si è aggiunto un ulteriore prestigioso riconoscimento: l’archivio personale di Lello Lombardi è stato accolto dall’Archivio Centrale dello Stato ed inserito nella sezione dedicata alle personalità che hanno svolto attività di rilevanza nazionale nella pubblica amministrazione e nella vita politica del Paese.

Ciò nell’ottica di una sua più ampia valorizzazione, che sarà realizzata secondo linee concertate tra l’Archivio Centrale dello Stato e la Fondazione Lello Lombardi. In tale contesto saranno anche individuati possibili percorsi di ricerca sulle fonti archivistiche conservate dallo stesso Archivio Centrale, che possano evidenziare l’intensa attività politica e professionale del Senatore Lombardi e i rapporti intrattenuti con eminenti personalità.

Gli esiti di tale lavoro potranno fornire materiali per una guida tematica o per edizioni critiche di carteggi, contributi fondamentali per l’approfondimento delle conoscenze storiche relative al movimento politico democratico di ispirazione cristiana. Quando il lavoro di riordino e inventariazione sarà ultimato, l’inventario sarà presentato al pubblico presso l’Archivio Centrale dello Stato e sarà reso disponibile agli studiosi.